fbpx
martedì 26 gennaio 2021
Logo Identità Insorgenti

COPPA ITALIA

Il Napoli va avanti con fatica: Empoli sconfitto 3-2 solo nel finale

Sport | 13 Gennaio 2021

Il malato non solo è grave, ma fatica tremendamente a reagire. Al “Maradona” di Fuorigrotta, il Napoli supera a fatica gli ottavi di finale di Coppa Italia vincendo 3-2 nel contro l’Empoli, capolista del campionato di Serie B. Gli Azzurri devono resistere ben due volte alla reazione dei toscani prima di mettere le mani sulle qualificazione, raggiunta solo a un quarto d’ora dalla fine grazie a un gol di Petagna.

La squadra continua a patire enormi difficoltà in fase difensiva. L’ultimo clean sheet partenopeo risale al successo al successo per 4-0 sul campo del Crotone del 6 dicembre scorso. Da allora, dodici gol subiti in nove incontri stagionali tra Europa League, campionato e Coppa Italia. Anche stasera, gli Azzurri hanno spesso lasciato ampi spazi tra difesa e centrocampo, in cui sono andati più volte a nozze i giocatori empolesi. La determinazione e la personalità degli ospiti è iconicamente racchiusa nella pregevole doppietta messa a referto da Nedim Bajrami, talentuoso trequartista macedone, naturalizzato svizzero, di soli 21 anni.

Coppa o campionato: Lozano si conferma mattatore

L’unica nota lieta per il Napoli continua a essere Hirving Lozano. Il messicano, dopo aver servito a Di Lorenzo la palla per il colpo di testa dell’1-0, ha messo la sua firma sull’incontro col gol del momentaneo 2-1 azzurro. L’ex PSV sta attraversando un periodo di straordinaria forma tecnica e fisica, prendendosi di fatto sulle spalle le sorti dell’intera squadra e dei nostri amati colori.

Vederlo scagliare in porta quella palla dal limite dell’area, con cinismo e cattiveria agonistica, è stato a dir poco appagante, soprattutto se si pensa che qualcun altro, al suo posto, si sarebbe probabilmente cimentato in un preziosismo infruttifero e fine a sé stesso.

E’ il tempo di scelte (anche) impopolari

Ne abbiamo scritto appena ieri: ci sono giocatori in rosa che meritano di essere valorizzati molto più di quanto fatto finora. E Lozano, al pari del rientrante Demme, è esempio a dir poco emblematico di questa nostra tesi. Vincere, stasera come a Udine, aiuta senz’altro a vincere. Questa squadra, però, ha bisogno di correttivi e di nuove certezze che vadano ben oltre il mero aspetto motivazionale.

Se Gattuso vuole davvero risollevare le sorti del suo, nostro Napoli, è necessario che si sporchi le mani. Mertens oggi era nuovamente disponibile in panchina dopo l’infortunio alla caviglia, mentre Koulibaly ha disputato 90 minuti di buon livello dopo lo stop forzato delle ultime settimane. Le assenze pesanti andranno gradualmente diminuendo e il tempo degli alibi, senza concrete contromisure, finirà irrimediabilmente con l’esaurirsi. Tipo tra una settimana, quando ci sarà da contendere alla Juventus la vittoria della Supercoppa Italiana.

Forza Napoli,

Sempre!

Antonio Guarino

Un articolo di Antonio Guarino pubblicato il 13 Gennaio 2021 e modificato l'ultima volta il 13 Gennaio 2021

Articoli correlati

Sport | 24 Gennaio 2021

Dopo la Supercoppa, il Napoli di Gattuso perde (3-1) anche a Verona

Sport | 22 Gennaio 2021

In ricordo di Gigi Simoni, allenatore gentiluomo

Sport | 20 Gennaio 2021

Supercoppa, Napoli sconfitto 2-0 dalla Juventus