fbpx
sabato 28 marzo 2020
Logo Identità Insorgenti

CORONAVIRUS

Il Pascale e Ascierto querelano Striscia la Notizia

Attualità | 20 Marzo 2020

La Direzione generale dell’Istituto  nazionale tumori Irccs Fondazione Pascale e il professor Paolo Ascierto hanno dato mandato all’avvocato Andrea Castaldo per sporgere querela per diffamazione aggravata nei confronti del direttore responsabile e del conduttore di Striscia la Notizia e di quanti hanno curato il servizio trasmesso il 17 marzo che ha richiamato la trasmissione “Carta Bianca” di Bianca Berlinguer e il confronto medico-scientifico avvenuto tra Ascierto e il professor Massimo Galli  sul tema della sperimentazione del farmaco Tocilizumab su pazienti affetti da coronavirus.

In una nota, il Pascale e il professor Ascierto esprimono “innanzitutto la più viva gratitudine verso tutti coloro che in questi giorni hanno manifestato la loro solidarietà e vicinanza nei confronti del professor Ascierto” e “ringraziano profondamente tutti i medici e tutto il personale sanitario che con competenza, dedizione e spirito di sacrificio si dedicano e continueranno a dedicarsi encomiabilmente a fronteggiare l’emergenza in atto”.

L’Istituto Pascale e il professor Ascierto “ritengono il servizio su richiamato di Striscia la notizia, montato ad arte, gravemente lesivo dell’onore e della reputazione di Paolo Ascierto e dell’Istituto  Nazionale Tumori Irccs Fondazione Pascale, oltre che del tutto  inopportuno e inappropriato in relazione alla drammaticità del momento che si vive, denotando una mancanza assoluta di sensibilità, specie  nei confronti dei medici impegnati in prima linea e di quanti, come  Ascierto sommessamente sperimentano trattamenti terapeutici e cure,  peraltro con risultati positivi”.

Un articolo di Lucilla Parlato pubblicato il 20 Marzo 2020 e modificato l'ultima volta il 20 Marzo 2020

Articoli correlati

Attualità | 27 Marzo 2020

UN SETTORE CRUCIALE

Vademecum per gli autotrasportatori ai tempi del Covid

Attualità | 27 Marzo 2020

EMERGENZA CLOCHARD

1500 i senzatetto a Napoli: Comune e Prefettura pensano a espropri di strutture dismesse

Attualità | 27 Marzo 2020

L’EMERGENZA SOCIALE

Coronavirus, i primi a cadere sono i più poveri

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi