fbpx
domenica 25 ottobre 2020
Logo Identità Insorgenti

COVID IN CITTÀ

Napoli: la mappa dei contagi quartiere per quartiere

Napoli mappa contagi covid per quartiere 4 10 ottobre 2020
Sanità | 15 Ottobre 2020

Stella e San Carlo all’Arena (III municipalità) ed il vicino San Lorenzo (centro antico ma appartenente alla IV municipalità) sono stati i quartieri con più contagi da covid-19 la scorsa settimana (4-10 ottobre). Si tratta degli unici quartieri ad aver superato i 105 contagi in quella settimana. Miano e Scampia si sono attestati fra i 90 e i 105, Secondigliano, Soccavo e Pianura fra i 75 e 90 e via via tutti gli altri, fino ad arrivare ai quartieri con minor contagi (meno di 15 secondo il “cartogramma”): San Ferdinando, Porto, San Giuseppe, Mercato, Zona Industriale, Posillipo). Considerando il numero di abitanti dei singoli quartieri, quelli con maggior numero di contagiati ogni 10.000 abitanti sono Miano e Stella, con oltre 35 contagiati ogni 10.000 abitanti.
E’ quanto emerge da un report sull’andamento del contagio in città pubblicato dal comune di Napoli nella giornata di ieri a firma di G. Signoriello, S.Signoriello e V. Simeon dell’Unità di Statistica Medica dell’Università Luigi Vanvitelli. Dal report (tutti i grafici sono sul sito del comune) e dal brevissimo documento allegato emerge anche che la città di Napoli ha una “velocità di crescita superiore rispetto a quella regionale” e che all’interno della città ci sono municipalità ad alto incremento di contagi ed altre al di sotto della media cittadina (le municipalità I, II, V, X). Il report individua come area calda, ovvero caratterizzata da alto tasso di contagi (numero di casi per 10.000 abitanti) e alimentata dall’elevato incremento percentuale dei casi, quella corrispondente alle municipalità III e VII, con la IV al limite fra area rossa e un’area gialla, indicata come in corso di raffreddamento (alto numero di casi per 10.000 abitanti ma basso incremento). All’interno di quest’area sono posizionate le municipalità I e II. Fra le municipalità che necessitano di maggiore attenzione (zona arancione), la VI, la VIII e la IX in quanto in questo caso è in aumento l’incremento di contagi, nonostante il tasso iniziale di contagiati basso.

Un articolo di Fabrizio Reale pubblicato il 15 Ottobre 2020 e modificato l'ultima volta il 15 Ottobre 2020

Articoli correlati

Sanità | 16 Ottobre 2020

L’INTERVENTO

De Luca in diretta: “Numeri alti di contagio, no a mezze misure: metà dei positivi per comportamenti irresponsabili”. E pensa al coprifuoco dopo le 24

Sanità | 16 Ottobre 2020

LA DECISIONE

Asl Napoli 1: “Da martedì tamponi solo su prenotazione”

Sanità | 5 Giugno 2020

CONCORSI OSS

La protesta degli idonei al Cardarelli: “invisibili” nonostante l’emergenza Covid-19

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi