fbpx
giovedì 1 ottobre 2020
Logo Identità Insorgenti

CROWDFUNDING

La nuova sfida di #unterroneamilano: una raccolta fondi per “Rotolare verso Sud”

Made in Sud | 9 Agosto 2020

Nel lontano 2005 i Negrita lanciarono il singolo “Rotolando verso Sud”, piazzandosi fin da subito in vetta alle classifiche musicali. Quell’inno alla vita – talmente orecchiabile da cantarlo a squarciagola ai quattro venti – divenne la colonna sonora di numerosi viaggi alla scoperta di terre lontane, quelle in cui lasciarsi andare completamente a piaceri semplici e a vedute mozzafiato. Anche grazie al videoclip, interamente girato a Rio De Janeiro, la canzone si trasformò ben presto nel vero tormentone dell’estate 2005 – quella in cui ad accompagnarci c’era ancora il Festivalbar (e qui la lacrimuccia è d’obbligo); ancora oggi il pezzo non si è completamente eclissato, e lo si ascolta con piacere in radio, saltando da una stazione all’altra, soprattutto nel periodo estivo.

La scoperta di quelle terre sudamericane – che gli stessi Negrita hanno visitato – ha ispirato generazioni di giovani, inaugurando un nuovo modo di fare vacanza: con pochi mezzi, rigorosamente low cost, possibilmente on the road – con musica a palla – e del tutto immersi per intere settimane in posti del tutto diversi dalle nostre spesso invivibili città, ormai governate da ritmi sregolati.

Ancora oggi le note di quella canzone, che oramai ha compiuto 15 anni, sono più vive che mai, e fanno da colonna sonora a progetti ambizioni e coraggiosi di giovani che provengono da un altro Sud, non quello americano ma il nostro, il meridione d’Italia, terra decantata a più partiti come tra le più belle al mondo eppure spesso sconosciuta, poco valorizzata e ancor meno considerata.

L’iniziativa

Ecco allora che “Rotolando verso Sud” si trasforma nel motto, oltre che nel nome, di un interessante viaggio on the road che Stefano Maiolica – alias #unterroneamilano, e il suo braccio destro, Pietro Totaro, hanno deciso di intraprendere tra poche settimane. “Trasferirmi a Milano mi ha reso più terrone di prima”, così dice Stefano, un giovane campano che quattro anni fa è emigrato al nord per studiare psicologia sociale e della comunicazione. Come tanti altri, il “terrone a Milano” era emigrato dalla sua città natale in cerca di fortuna e di maggiori possibilità lavorative; dalla delusione derivata dalla difficoltà di realizzarsi nella sua terra, è subentrata poi la nostalgia dell’esilio “forzato”, ed è così che è nata, un po’ per caso, l’idea di sfruttare quelle conoscenze maturate nell’ambito della comunicazione attraverso nuovi strumenti digitali, in grado di connettere persone con simili esperienze di vita. Il famoso fuorisede salernitano, da ben quattro anni a Milano, è diventato noto ai più nel 2018 quando, motivato dalla voglia di diventare il punto di riferimento di una community di giovani anch’essi lontani da casa, ha aperto una pagina facebook, una su instagram e un blog. Varie sono state le iniziative promosse in questi anni, alcune – molto significative – durante il periodo di lockdown, per far sentire meno soli coloro che hanno deciso di non scappare dalla Lombardia in preda al panico la sera in cui la regione è diventata zona rossa. Tornati ora alla semi-normalità, la voglia di evadere di casa e di riscoprire il nostro paese si è fatta sentire forte, ispirando questo nuovo e avvincente progetto, una perfetta fusion tra i docufilm di Netflix e reality Pechino Express.

Promuovere i luoghi del Sud

Il viaggio – articolato in una quindici giorni di totale full immersion tra Campania, Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia – prevede la partecipazione attiva del pubblico. Dal 20 agosto al 3 settembre, Stefano e la sua crew gireranno in camper i luoghi più belli del Meridione, consigliati nelle diverse tappe anche da quanti risponderanno ai post condivisi sulle loro piattaforme. Il percorso che si seguirà non è quindi stato già definito in toto, si tratta di un esperimento molto dinamico e per questo estremamente interessante poiché il risultato di quel che sarà dipende quasi totalmente da chi se ne farà carico. “Rotolando verso Sud” è un potenziale strumento per la conoscenza del patrimonio artistico e culturale meridionale. Ogni tappa prevede sfide, eventi organizzati da comehome (una start up) e ospiti (attori e cantanti originari delle numerose tappe che saranno toccate), oltre che il racconto dei siti di interesse storico-artistico e delle storie e tradizioni locali. Nei vari luoghi si tenterà anche di ottenere ospitalità dagli abitanti della zona, alla maniera, appunto, del celebre format Pechino Express. Per poter organizzare e sostenere tutto ciò è stata lanciata sulla piattaforma “Eppela” una campagna di crowdfunding. Partecipare è molto semplice: ci si può collegare al sito internet di #unterroneamilano e cliccare sul collegamento internet che rimanda direttamente alla pagina. Stefano e i suoi amici non si definiscono degli “scrocconi”, hanno infatti stabilito per ogni donazione una ricompensa di diverso tipo, definendo simpaticamente questa scelta come un ritorno alla pratica del baratto. La campagna di raccolta fondi si articola in tre step che vanno dalla raccolta di diecimila euro a quella di quarantamila; in base a quello che si riuscirà a raccogliere sarà possibile lavorare sul materiale amatoriale per la realizzazione di un docufilm, a cui lavoreranno capacissimi videomaker. I protagonisti? il Sud e la gente che lo ama davvero, a prescindere dal luogo di nascita.

Mancano pochi giorni alla chiusura della campagna di crowdfunding e non ci resta che sperare di vedere presto i frutti di questa bella iniziativa, ottimo strumento di riflessione sulla ricchezza del patrimonio culturale italiano. Insieme possiamo viaggiare pur restando da casa, consigliando, promuovendo e finanziando il progetto.

Martina Di Domenico

Un articolo di Martina Di Domenico pubblicato il 9 Agosto 2020 e modificato l'ultima volta il 9 Agosto 2020

Articoli correlati

Made in Sud | 1 Maggio 2020

ECCELLENZE DEL SUD

Da Ragusa la mascherina che si usa all’infinito: si chiama Drop

Beni Culturali | 14 Giugno 2019

CROWDFUNDING

Inaugurata a Pompei “Do ut do – la morale dei singoli: donare con l’arte contemporanea

Beni Culturali | 5 Giugno 2019

L’INIZIATIVA

Raccolta fondi per le Terme di via Terracina

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi