fbpx
lunedì 1 giugno 2020
Logo Identità Insorgenti

DE LUCA RISPONDICI

4 treni e zero aerei: si scenderà soprattutto in bus e auto. Quali controlli e come?

Infrastrutture e trasporti | 29 Aprile 2020

Non ci uniamo come sempre al coro degli allarmisti ma il dato di fatto è che dal 4 maggio chiunque potrà scendere in Campania dal Nord. Non parteciperemo alla caccia all’untore, perché non appartiene al nostro modo di pensare. Però stavolta il governatore della Campania Vincenzo De Luca ci deve delle risposte: chiare, precise e rapide.

Non ci accontentiamo più di partecipare al rito: “invia la tua domanda” del giovedì, dal momento che si eludono la maggior parte delle risposte. Però la domanda la poniamo attraverso il giornale: come si intende controllare chi arriverà dal Nord verso la Campania?

4 treni e un unico aereo con due scali esteri e al prezzo di 1500 euro

Diciamo subito che chi è preoccupato per treni e aerei sbaglia il tiro completamente. Sfogliando i giornali di oggi non si parla d’altro. Ma parliamo dei settori sbagliati. Se c’è una possibilità di controllo e di messa in quarantena è proprio in questo campo. Anzitutto chi si allarma per “le migliaia di persone che scenderanno con i treni” dovrebbe placarsi. I treni quotidiani saranno 4 e all’interno c’è l’obbligo di distanziamento. Dunque dentro ogni vagone si possono accettare prenotazioni limitatissime (il rapporto è di 1 rispetto ai precedenti 4 per capirci).

Quanto agli aerei ne arriverà solo uno da Milano con due scali in capitali esterie al prezzo di 1500 euro. Anche qui è già previsto, come per i treni, il controllo di tutti gli arrivi e la messa obbligatoria in quarantena.

Gli autobus di linea privati saranno 14 al giorno

Il vero problema sono le strade. E le autostrade. Per il solo giorno 4 gli autobus di linea privati previsti da Milano verso il sud saranno ben 14 (solo da Milano a Napoli, di cui 7 diretti. Per Bari, sempre da Milano, ce ne sono 2, 7 se includiamo quelli con cambio. Per Matera altrettanti, 3 per Lecce, 1 per Cosenza e 1 per Messina, 4 se si considerano quelli con cambio). Siamo sicuri che tutti useranno termoscanner e poi isolamento fiduciario? Chi li controllerà? Quali saranno le misure di distanziamento previste e quante persone potranno viaggiare al loro interno? Nessuno ce lo dice né sappiamo se è previsto un controllo agli stazionamenti di Garibaldi dove in genere arrivano quelli diretti a Napoli.

La cosa più grave però sono le auto private. Sappiamo che nei giorni scorsi i controlli sulle autostrade erano praticamente inesistenti. Anche per chi è sceso da Milano.

Non esistono disposizioni in merito, neanche obbligo di comunicazione all’Asl per chi si sposta. Allora invece di fermare runner che si sono fatti 2 mesi di isolamento dentro le loro case napoletane, dunque difficilmente “pericolosi”, vorremmo sapere dal governatore come si intende controllare tutto questo, anche perché è doveroso tranquillizzare cittadini molto preoccupati che si stanno facendo il loro isolamento da due mesi con grande senso di responsabilità; per non vanificare i nostri sforzi comuni e soprattutto per non aprire una sanguinaria caccia all’untore. E soprattutto perché abbiamo il diritto di sapere come si intende tutelare il nostro impegno di cittadini.

Aspettiamo fiduciosi.

Lucilla Parlato

 

Un articolo di Lucilla Parlato pubblicato il 29 Aprile 2020 e modificato l'ultima volta il 29 Aprile 2020

Articoli correlati

Infrastrutture e trasporti | 21 Maggio 2020

ALTA VELOCITÁ

Per il Sud meno di 40 milioni dal Decreto Rilancio. 380 al Nord dal Cipe

Infrastrutture e trasporti | 8 Maggio 2020

FOLLIE

Il Comune di Napoli vuole riattivare le Ztl. Il consiglio comunale si oppone

Infrastrutture e trasporti | 5 Maggio 2020

LA LETTERA

Circumflegrea, assurda la riduzione delle corse

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi