fbpx
mercoledì 3 giugno 2020
Logo Identità Insorgenti

DISCRIMINAZIONI

Zone rosse del Sud escluse dal decreto: De Luca e Cinque Stelle protestano col governo (e coi loro partiti)

Battaglie | 22 Maggio 2020

Le zone rosse? Sono di serie A e di serie B. E quelle di serie A sono al Nord. Non lo diciamo noi ma la Gazzetta Ufficiale che depenna le città del Sud dichiarate “zone rosse” dai rimborsi e agevolazioni determinate dall’emergenza Covid. Insomma, siamo alle solite. E protestano il governatore campano e i 5 stelle (ma sono sul piede di guerra anche altre regioni del Sud con paesi dichiarati in questi mesi zona rossa, ad esempio in Sicilia).

“Incredibile decisione da parte del Governo. E’ sconcertante che si sia solo immaginato di escludere le ex zone rosse (Vallo di Diano, area Ariano Irpino) dal Fondo dedicato alle aree colpite gravemente dell’emergenza Covid. Chiediamo che si corregga immediatamente questa disposizione da parte del Governo” si indigna il governatore della Campania Vincenzo De Luca alla notizia che sono previsti fondi per le zone rosse colpite dal Covid solo per le regioni del Nord.

Non da meno i Cinque Stelle. In un comunicato i consiglieri del Gruppo regionale della Campania chiedono che il Parlamento corregga la rettifica al decreto Rinascita, con l’esclusione dal fondo speciale di 200 milioni dei comuni oggetto di provvedimento di “zona rossa”. “A causa di distinti focolai di contagio, in Campania sono diversi i territori che hanno pagato lo scotto di ulteriori restrizioni e limitazioni che si sono riverberate, inevitabilmente, su un’economia già depressa per gli effetti dell’emergenza economica. Un paradosso che, in un momento di tanto decantata solidarietà per le aree in difficoltà, crea una parzialità inaccettabile. Conosciamo fin troppo bene le realtà dei territori della Campania dichiarati zona rossa e a quali difficoltà stiano ancora oggi andando incontro. Abbiamo sollecitato i nostri parlamentari a intervenire con emendamenti, affinché i Comuni salernitani del Vallo di Diano, quelli avellinesi di Ariano Irpino e Lauro e quello di Saviano, dichiarati zona rossa nel corso prima fase pandemica, siano ricompresi tra i beneficiari del fondo speciale”. Lo dichiarano i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle Michele Cammarano ,Valeria Ciarambino, Maria Muscarà, Vincenzo Viglione, Luigi Cirillo, Gennaro Saiello e Tommaso Malerba.Malerba. “Oggi con stupore prendiamo atto di una rettifica, pubblicata in Gazzetta Ufficiale, che ha di fatto escluso alcuni comuni dal beneficio, destinandolo esclusivamente a cinque province – ha detto il sottosegretario all’InternoCarlo Sibilia (M5S) – Di fatto, resterebbe fuori perfino Ariano Irpino, definita la ‘Codogno’ del sud Italia e che, da rilievi oggettivi, per numero di contagi e per i disagi sanitari e le conseguenze di carattere economico dell’emergenza Covid è quello che maggiormente si avvicina alle realtà più intensamente colpite della Lombardia”. “Oggettivamente”, ha osservato il pentastellato, “è difficile comprendere la ratio di una tale novità. Tuttavia ho sentito anche il ministro degli Esteri Luigi Di Maio con il quale abbiamo deciso di sostenere l’emendamento che sta già predisponendo il deputato del Movimento 5 Stelle Gigi Maraia, così da ripristinare la norma originaria pubblicata in Gazzetta solo un giorno fa”.

L’unica possibilità di correttivo è un emendamento da presentare al governo, retto proprio da Pd e 5stelle… vedremo in sede di discussione parlamentare quanto peseranno le istanze della Campania.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 22 Maggio 2020 e modificato l'ultima volta il 22 Maggio 2020

Articoli correlati

Battaglie | 27 Maggio 2020

LA PROTESTA

Le guide turistiche, distrutte dal lockdown, in presidio: #noiesistiamo

Battaglie | 5 Maggio 2020

LE PROTESTE

“Fateci lavorare”: i napoletani in piazza nel primo giorno della Fase 2

Battaglie | 22 Aprile 2020

ORDINE DEI GIORNALISTI

Caro Verna, invece del buonismo, fuori i razzisti dalla categoria

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi