mercoledì 22 maggio 2019
Logo Identità Insorgenti

Dopo la denuncia dell’Opg non passa la nave razzista di “Generazione identitaria”

Je so' pazzo | 24 Ottobre 2017
UNA PICCOLA VITTORIA… MA INVITIAMO ALLA VIGILANZA!
Abbiamo sollevato lo scandalo di “Generazione Identitaria”, gruppo di fascisti e neonazisti europei che avevano avuto una sala del Comune di Napoli per una loro iniziativa (https://tinyurl.com/yc48uevc). Iniziativa in cui avrebbero parlato di come, con la loro nave e assoldando mercenari, hanno impedito il soccorso in mare degli immigrati, causando di fatto la perdita di vite umane e la soppressione, da parte degli Stati, degli interventi umanitari delle ONG (come al solito i fascisti “antisistema” sono stati molto funzionali al sistema!)…

Ecco, siamo felici di comunicarvi che, grazie al polverone sollevato ieri la concessione della sala è stata revocata!

Stamattina abbiamo avuto un incontro con il Presidente del Consiglio Comunale Sandro Fucito, che ci ha spiegato la dinamica dei fatti. Una settimana fa aveva ricevuto da Andrea Santoro, consigliere eletto con Lettieri, una richiesta per organizzare un’iniziativa nella sala Nugnes su “ONG e questione immigrazione”. Nella richiesta c’era scritto proprio così, senza nessun’altra specificazione…
Fucito ha firmato l’autorizzazione “per preservare la libertà di utilizzo degli spazi comunali da parte di tutti i gruppi consiliari”. Successivamente è uscita fuori la locandina in cui ci siamo imbattuti e che ha scatenato le proteste nostre e di centinaia di cittadini indignati…
Fucito ha dunque preparato una revoca formale dell’autorizzazione, in cui lui come Presidente si assume “tutte le responsabilità” dell’annullamento dell’iniziativa per manifesta infrazione dello statuto e dei principi del Comune di Napoli, per incostituzionalità e per motivi di ordine pubblico.

Un’altra piccola vittoria del “controllo popolare”. Ma c’è da vigilare che tutto si faccia quanto prima. Per questo invitiamo anche il resto dell’amministrazione e tutti i consiglieri a impedire che questa iniziativa si tenga nella Sala Nugnes o altrove.

Segnaliamo infine che un consigliere eletto con Lettieri (vecchio militante di AN), è stato la testa di ponte per questa operazione. Come al solito fascismo in doppiopetto e fascismo di strada vanno d’accordo. Se poi pensiamo alle affinità negli scorsi anni e nei prossimi mesi fra PD e Forza Italia, sia a livello locale che nazionale, abbiamo più di un timore su futuri tentativi di sdoganamento dell’estrema destra…

Ma la nostra città non ha bisogno di questi soggetti che diffondono odio, che hanno le mani sporche di sangue, che sono finanziati dal padronato, che imbarcano ex militari e violenti di tutti i tipi… Non ci serve una guerra fra poveri!
A Napoli il fascismo non passerà!

Ex Opg Occupato Je so Pazzo

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 24 Ottobre 2017 e modificato l'ultima volta il 24 Ottobre 2017

Articoli correlati

Je so' pazzo | 13 Maggio 2019

LA DENUNCIA

Napoli Sotterranea: prosegue il processo per molestie nei confronti di Albertini

Je so' pazzo | 5 Marzo 2018

ELEZIONI 2018

Potere al Popolo non arriva al tre: eppure quell’1 per cento su scala nazionale resta un miracolo

Je so' pazzo | 13 Novembre 2017

LA LOTTA PAGA

L’ex Opg: “Napoli sotterranea cambia linea. Arrivano i primi contratti ai lavoratori”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi