sabato 8 maggio 2021
Logo Identità Insorgenti

DOPO LA DUE GIORNI

Massa Critica, decide la città. I prossimi appuntamenti di Napoli

Diritti e sociale, NapoliCapitale, Periferie, Politica | 19 Ottobre 2015

massa critica 3

 

Pubblichiamo il comunicato conclusivo di Massa Critica dopo la due giorni a Piazza Municipio / 17-18 ottobre 2015 #decidelacittà


 

Per due giorni centinaia e centinaia di persone hanno attraversato e presidiato Piazza Municipio discutendo dei grandi temi politici e sociali della città con uno spirito nuovo.

Cosa faresti per Napoli? è la domanda che ha scandito il tempo e il metodo dei dibattiti, articolati tematicamente e proiettati a indirizzare e lanciare un nuovo progetto per Napoli: costruire un’agorà cittadina, inventare il primo concreto progetto di democrazia radicale della città.

Fare massa critica è il metodo che ci siamo dati e di conseguenza il nostro obiettivo chiaro è determinare il dibattito politico cittadino e incidere effettivamente sul governo della città. Lo facciamo volontariamente a pochi mesi dalle prossime elezioni comunali; lo facciamo per dare sostanza e forma al dibattito che nei prossimi mesi sarà tristemente segnato dalla campagna elettorale.

C’è già da subito l’evidenza che il livello del dibattito sarà incentrato su un’ennesima finzione: la scelta delle candidature, dei nomi, dei partiti, delle liste.

Massa Critica non ha in cantiere niente di tutto questo, non sta costruendo candidature, comitati d’appoggio o liste elettorali. Massa Critica vuole lanciare un progetto ambizioso: costruire dal basso il programma politico della città, in maniera autonoma e indipendente, attraversando quartiere per quartiere, in modo tale da imporre questo programma a chiunque andrà a governare nei prossimi mesi e con l’impegno di farlo rispettare giorno per giorno nei prossimi anni.

Da oggi il compito di ciascuno di noi, individui, associazioni, comitati, spazi autogestiti è di rivoluzionare la storia politica di questa società, fare massa critica in ogni piccola piazza, mettendo in discussione metodi e linguaggi ma tenendo ferma la prospettiva: trasformare radicalmente i rapporti di potere, l’Europa dell’austerità e dell’indebitamento, il paese della corruzione e della devastazione ambientale e sociale, la città della disoccupazione e delle mafie.

Massa Critica ha tracciato una strada e indicato un metodo: i due giorni di dibattiti hanno dato forma ad un’idea ambiziosa, radicale ma non per questo impossibile. Ci siamo incontrati e abbiamo capito che si può fare. Che da domani, se ci impegniamo tutti insieme è possibile far DECIDERE LA CITTÀ.

È questo il nostro programma: costruiremo questo progetto nei quartieri, tema per tema, problema per problema, mentre il gruppo di lavoro “democrazia e forme della decisione, si dedicherà in maniera pubblica e condivisa allo studio e all’elaborazione dello strumento che renderà possibile questa sfida, avvincente, ambiziosa e quanto mai necessaria.“Le istituzioni delle Stato derivano dalla volontà popolare e ad essa sono sottomessi”. Da oggi non è piu solo un articolo di una costituzione che viene dall’altra parte del mondo, ma l’utopia concreta per questa città.

I prossimi appuntamenti:

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 19 Ottobre 2015 e modificato l'ultima volta il 19 Ottobre 2015

Articoli correlati

Diritti e sociale | 6 Maggio 2021

Luana, simbolo di una gioventù senza futuro

Diritti e sociale | 24 Aprile 2021

Liceo Vico, studente transgender discriminato: primi passi avanti dopo 3 giorni di sciopero

Diritti e sociale | 10 Aprile 2021

Protesta dei genitori dell’IC Madonna Assunta: “I nostri figli tra turni impossibili e Dad”