fbpx
martedì 20 ottobre 2020
Logo Identità Insorgenti

ECCELLENZE DEL SUD

Da Ragusa la mascherina che si usa all’infinito: si chiama Drop

Made in Sud | 1 Maggio 2020

Riciclabile, efficace, green, lavabile in acqua calda, igienizzabile con alcol. E – aggiungiamo noi – utile alle persone sorde per poter leggere il labiale, perché trasparente davanti alla bocca. Si chiama Drop (dall’inglese goccia) ed è una mascherina, eccellenza Made in Sud, prodotta dalla siciliana Cappello Group che ha la sua sede a Ragusa.

Sul mercato da cinquantacinque anni, il percorso del Gruppo è iniziato con la lavorazione e la commercializzazione dell’alluminio e continuato con il trattamento superficiale dei metalli e la zincatura a caldo dei manufatti ferrosi. Negli ultimi anni, con la nascita dei brand Micron e Coversun, il Gruppo è diventato un importante punto di riferimento per la produzione, la vendita e l’installazione di moduli fotovoltaici, nonché per la fornitura di soluzioni destinate all’integrazione architettonica degli stessi moduli, offrendo la possibilità di realizzare sistemi energeticamente autosufficienti.

Innovatori per vocazione, impegnati in diversi campi, la famiglia Cappello è da sempre alla guida delle società. Forte della grande tradizione storica, e nel segno della continuità, resta una priorità l’esigenza di esprimere massima qualità, fornendo servizi dagli standard elevati, come ci ha spiegato Giorgio Cappello, CEO dell’azienda: «Come molti in questo periodo di emergenza sanitaria da Covid-19 ci siamo fermati e abbiamo cominciato a valutare nuove soluzioni per adattarci alle esigenze del mercato. La nostra non è una riconversione, è un ampliamento dell’impresa. Con le nostre mascherine Drop diamo ampio spazio e valore all’organico di tecnici e professionisti che si sono impegnati e ancora lavorano alla realizzazione del prodotto».

E l’idea è nata in maniera assolutamente naturale, da un bisogno che accomuna tutti i cittadini italiani: «Tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo abbiamo avuto anche noi difficoltà nel reperire dispositivi di protezione individuale, l’unica scelta sembrava essere l’importazione ma il rischio che la merce fosse bloccata era alto. Seguivamo la cronaca giorno dopo giorno, diversi settori sono stati chiusi, noi abbiamo pensato ad un riscatto, sfruttando tutto il sapere a nostra disposizione, aggiungendo la creatività, le competenze meccaniche, studiando molto e lavorando con grande sinergia, siamo arrivati a definire il progetto di massima della nostra mascherina Drop, una maschera protettiva riutilizzabile all’infinito, che rispetta l’ambiente ed è sanificabile, oltre ad essere ergonomica e leggera – fatta in gomma termoplastica – semi trasparente, dotata di filtro intercambiabile e copri-filtro. Per proteggere anche gli occhi, oltre al naso e alla bocca, può essere installata anche una visiera opzionale. Abbiamo depositato il brevetto e ora attendiamo che l’iter autorizzativo sia ultimato per passare alla commercializzazione».

Pochi mesi sono bastati al team della Cappello Group per sviluppare un progetto di prototipazione, verificare che funzionasse e avviare una produzione in serie con i test sul prodotto. Forti di un’importante esperienza umana e professionale, possono vantare un know-how in grado di rispondere alle sfide di un mercato sempre più esigente, offrendo soluzioni tecniche di sicuro successo: «Ci siamo preoccupati di fare tutte le verifiche, certificare i materiali e ci impegneremo nel tempo a fare tutti i miglioramenti necessari per rendere perfetta la nostra Drop. Non siamo dei progettisti esperti in mascherine, abbiamo però studiato molto, ci siamo confrontati, non abbiamo dormito la notte per rispondere ad ogni caratteristica e trovare soluzioni ai problemi che si presentavano, di questo lavoro di squadra possiamo essere fieri. Ci aspettiamo di essere ancora più bravi in fase di produzione, l’obiettivo è fissato al 31 maggio per completare anche il packaging e aprire la piattaforma per gli acquisti online. Intanto non ci fermiamo, stiamo allestendo la linea per la produzione, ci riorganizziamo, valutiamo le procedure di gestione. Dobbiamo farci trovare pronti, sono già tantissime le richieste e le prenotazioni che riceviamo da tutto il mondo».

Tra i tanti valori positivi che caratterizzano il progetto della Cappello Group c’è sicuramente l’innovazione con la mascherina Drop, l’attenzione alla salute pubblica, ma soprattutto la solidarietà. Infatti i primi esemplari prodotti sono destinati ad essere donati alla Protezione civile regionale della Sicilia, agli ospedali di Ragusa, Vittoria e Modica e al Comando dei Vigili del fuoco della provincia di Ragusa: «Insieme possiamo dare una mano al Paese in questa fase così complessa, possiamo farlo attraverso un cambiamento che parte dal Sud, esempio di resilienza e grande spirito di adattamento».

Maria Fioretti

 

 

Un articolo di Maria Fioretti pubblicato il 1 Maggio 2020 e modificato l'ultima volta il 1 Maggio 2020

Articoli correlati

Made in Sud | 9 Agosto 2020

CROWDFUNDING

La nuova sfida di #unterroneamilano: una raccolta fondi per “Rotolare verso Sud”

Altri Sud | 15 Giugno 2020

L’INTERVISTA

Il Brasile in era covid e la follia di Bolsonaro raccontate da un napoletano che ci vive

Attualità | 25 Maggio 2020

RIFLESSIONI DI UN GIORNALISTA

Parte e vittima dell’infodemia: vi racconto il mio punto di rottura

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi