fbpx
martedì 26 maggio 2020
Logo Identità Insorgenti

ELEZIONI REGIONALI

Molise, vince il Centrodestra. Forza Italia primo partito. Cinquestelle secondi

Politica | 23 Aprile 2018

Donato Toma è il nuovo presidente della Regione Molise. Concluso lo spoglio delle schede delle 394 sezioni: Toma, seconda quanto riporta ufficiosamente la Regione chiude al 43,46%, Greco (M5S) è al 38,50%, Veneziale (centrosinistra) si ferma al 17,1%, Di Giacomo (Casapound) con lo 0,42%

Elezioni che come detto avranno ripercussioni a livello nazionale: anzitutto registriamo il mancato sorpasso della Lega su Forza Italia. Il dato non ancora ufficiale delle elezioni regionali in Molise, vede come primo partito della coalizione di centro destra Forza Italia che con 12.518 voti si attesta al 9,40%. A seguire la lista civica Orgoglio Molise 11.209 voti (8,42%). Al terzo posto la Lega con 11.031 preferenze (8,28%). Buono anche il risultato ottenuto dai Popolari per l’Italia 9.595 voti (7,20%). A seguire le altre liste: Fdi 5.975 (4,49%), Iorio per il Molise 4.755 (3,57%), Movimento nazionale per la sovranità 3.745 (2,81%), Il popolo della famiglia 545 (0,41%).

“E’ un risultato storico a livello regionale. Forse il Movimento Cinque Stelle non aveva mai fatto così bene in un’elezione regionale. Siamo passati da due consiglieri a sei, sei persone che si batteranno per difendere le idee del Movimento e soprattutto per rendere onore ai cittadini che ci hanno votato. Io parlerei di risultato storico, non di fallimento”. Lo ha detto Andrea Greco, candidato governatore del Movimento Cinque Stelle alle regionali del Molise, ad Agorà su Rai3.

“Non ha vinto il centrodestra ma il centrodestra coalizzato con una miriade di liste come Orgoglio Molise, Popolari per l’Italia, Unione di Centro, Iorio per il Molise, Movimento nazionale per la sovranità, Il Popolo della Famiglia. Il Cosiddetto centrodestra, alle elezioni del Molise che per sua natura non si possono neanche comparare con elezioni politiche, ha ottenuto circa il 22% dei voti. E sia Fi che la Lega non hanno superato il 10%”. Lo dichiarano i capigruppo M5S di Camera e Senato Giulia Grillo e Danilo Toninelli.

Ma il dato più clamoroso è quello del Pd: che non arriva al 10 per cento, attestandosti a un misero 8.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 23 Aprile 2018 e modificato l'ultima volta il 23 Aprile 2018

Articoli correlati

Attualità | 13 Dicembre 2019

UNESCO

Dal Molise all’Irpinia, la transumanza che unisce il Sud: è patrimonio immateriale dell’umanità

Abruzzo | 8 Gennaio 2019

NEVE AL SUD

Sciare nel Mezzogiorno? E’ possibile: tutte le piste dall’Abruzzo alla Sicilia

Molise | 13 Luglio 2018

PROFONDO SUD

Il Molise e “l’autonomia differenziata”: servono interventi straordinari

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi