venerdì 23 agosto 2019
Logo Identità Insorgenti

IL NUOVO ARRIVATO

Alla scoperta di Eljif Elmas, la gemma macedone del Napoli 2019-20

Sport | 24 Luglio 2019

Eljif Elmas è un nuovo giocatore del Napoli 2019/2020.

Si tratta del terzo rinforzo estivo del calciomercato azzurro dopo quelli di Giovanni Di Lorenzo, acquistato dall’Empoli, e di Kostas Manolas, prelevato dalla Roma. A darne ufficiale comunicazione della positiva conclusione della trattativa è stato il Fenerbahce, club turco di provenienza del centrocampista macedone che, due giorni fa, ha salutato il suo ex gioiellino con un tweet pubblicato sul proprio account ufficiale.

Nella mattinata di ieri, Elmas si è recato a Roma, a Villa Stuart, per svolgere le visite mediche di rito che precedono la firma sul contratto che lo legherà al Napoli per i prossimi cinque anni. In azzurro percepirà uno stipendio annuo netto di 1,3 milioni, destinato gradualmente a salire fino a raggiungere quota 1,7 nella stagione 2023/2024.

Secondo le indiscrezioni rese note da La Gazzetta dello Sport, per assicurarsi le sue prestazioni il club partenopeo verserà 16 milioni di euro nelle casse del Fenerbahce, a cui va aggiunto un ulteriore bonus di 2,5 milioni legato alle presenze e agli obiettivi stagionali che Elmas raggiungerà e potrà raggiungere con la sua nuova maglia. Inclusa l’eventuale vittoria dello Scudetto.

Cifre che rendono la cessione di Elmas come la più remunerativa nella storia del club di Istanbul e dell’intero calcio turco.

Chi è Eljif Elmas?

Di Elmas, però, si sa ben poco. Il campionato turco non è propriamente tra i più conosciuti e seguiti in Europa, e il bagaglio informativo sul nuovo acquisto azzurro è sicuramente scarno e ridotto. Considerazione che, a rigor di logica, ha reso ancor più giustificata e diffusa la domanda che, per antonomasia, si saranno posti tutti i tifosi del Napoli.

Chi è, dunque, Eljif Elmas?

E’ un “tuttocampista”, vale a dire quel tipo di giocatore che – in possesso di elevati doti tecniche, di una spiccata personalità e di una non comune intelligenza tattica – può agevolmente disimpegnarsi in ogni ruolo del centrocampo. Destro naturale abile nel calciare anche col piede apparentemente debole, Elmas è un centrocampista universale e moderno, a suo agio col pallone tra i piedi e che, nonostante i soli 20 anni di età (li compirà il prossimo 24 settembre), ha già alle spalle un percorso professionale di tutto rispetto.

A soli 16 anni, Elmas aveva già debuttato nel massimo campionato macedone con la maglia del Rabotnicki. Un anno più tardi, nel 2016, ha poi esordito con la Nazionale maggiore della Macedonia con cui, lo scorso 21 marzo, ha messo a segno i suoi primi due gol nella vittoria per 3-1 contro la Lettonia in una gara di qualificazione ad Euro 2020.

Nel 2017 il trasferimento al Fenerbahce. Con la maglia dei ‘Canarini Gialli’ di Istanbul, Elmas si è affermato come uno dei prospetti più interessanti dell’intero panorama calcistico internazionale. Dopo un primo periodo di ambientamento, le sue prestazioni si sono rivelate sempre più decisive e rilevanti per le sorti della sua squadra.

Di pari passo è continuata e proseguita la sua evoluzione sul rettangolo verde: giunto in maglia giallo-blu con un trascorso da trequartista, in Turchia Elmas ha ricoperto praticamente tutti i ruoli della mediana, venendo schierato perlopiù come mezz’ala di un centrocampo a tre, oltre che “double pivote” a schermo della difesa in uno schieramento a due.

Compiti e mansioni che lo rendono perfettamente sovrapponibile e utilizzabile nel 4-2-3-1 con cui Carlo Ancelotti, suo grande estimatore e fautore del trasferimento in azzurro, sta forgiando e addestrando la versione 2.0 del suo Napoli.

Una scommessa tutta da vincere

In attesa del consueto cinguettio social di benvenuto di Aurelio De Laurentiis, ieri sera Elmas ha raggiunto i suoi nuovi compagni di squadra nel ritiro di Dimaro. Qualche giorno di pazienza e potremo iniziare a vederlo all’opera con i nostri colori. Elmas, con certezza praticamente assoluta, non prenderà parte all’amichevole di questo pomeriggio, alle 17.30, contro la Cremonese, ma Ancelotti potrebbe già garantirgli qualche primo scampolo di gara nel test match di Edimburgo di domenica, alle 18.00, contro i campioni d’Europa in carica del Liverpool.

La presenza del tecnico emiliano sulla panchina azzurra ha rappresentato la garanzia decisiva per convincere Elmas ad accettare Napoli e il Napoli. Mossosi in tempo e con argomenti decisamente più convincenti, il club partenopeo è riuscito a vincere la concorrenza di squadre europee di blasone anche maggiore, come l’Inter – il dirigente nerazzurro, Beppe Marotta, aveva addirittura contattato l’ex azzurro Goran Pandev per chiedere referenze – e l’Atletico Madrid (sì, sempre loro).

Elmas arriva in azzurro con i galloni della scommessa da vincere. Un’etichetta che non vuole sollevare dubbi sulla validità dell’operazione – tecnica ed economica – condotta in porto dal Napoli, ma che ben riassume la curiosità e le aspettative riposte sul giovane ex centrocampista del Fenerbahce. Ciò che conta è evitare di addivenire a facili e banali conclusioni: nel corso degli ultimi dieci anni, d’altronde, sono stati tanti i giocatori di belle speranze approdati alle pendici del Vesuvio tra lo scetticismo di tanti – tra tifosi e addetti ai lavori – poi divenuti idoli indiscussi e, ancor oggi, indimenticati.

La nostra speranza, nonché il più grande augurio, è che Elmas possa rappresentare un ulteriore elemento da aggiungere a questa lista di scommesse giocate e, soprattutto, vinte.

Benvenuto a Napoli, Eljif!

Un articolo di Antonio Guarino pubblicato il 24 Luglio 2019 e modificato l'ultima volta il 24 Luglio 2019

Articoli correlati

Identità | 1 Agosto 2019

NEL NOME DEL CIUCCIO

93 anni di Napoli: tanti auguri alla nostra eterna passione a tinte azzurre

Sport | 22 Luglio 2019

UNIVERSIADI 2019

Quasi 300mila spettatori nei giorni delle gare: i dati ufficiali della Regione

Sport | 18 Luglio 2019

CALCIO A 5

Napoli perde una sua eccellenza sportiva: la Lollo Caffè non si iscriverà al campionato di Serie A

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi