mercoledì 22 maggio 2019
Logo Identità Insorgenti

EMERGENZA FREDDO

Da stasera porte aperte ai senza tetto all’ex Opg Je so’ pazzo: serve aiuto

Attualità, NapoliCapitale | 9 Gennaio 2017

emergenza-freddo-opg

Ormai da giorni un freddo glaciale sferza l’Italia, e a farne le spese sono come al solito i più poveri. Fra questi i senza tetto: ben otto di loro sono morti nelle ultime ore, di cui due proprio in Campania. L’emergenza freddo continuerà ancora: di notte la temperatura a Napoli resterà sotto lo zero fino a giovedì.

Noi abbiamo paura di cosa possa accadere alle tante persone costrette a vivere per strada. È da quasi due anni che siamo impegnati, insieme ad associazioni come Volontari Napolinsieme, sul tema della lotta alla povertà, della raccolta abiti, e di sostegno sanitario ai senza tetto, e sappiamo quanto sia dura la loro vita. La popolazione di senza tetto napoletana è stimata intorno alle 1500 unità, e le misure finora intraprese ci sembrano insufficienti per questa platea. I posti nei dormitori non bastano. La stessa apertura di due stazioni della metropolitana è un primo passo, ma i senza tetto possono ripararsi lì solo dalle 23 alle 6, restando esposti al freddo tutto il resto del tempo.
Di fronte a misure eccezionali prese dalle amministrazioni comunali (a Reggio Calabria verrà aperta la galleria del palazzo del Comune, a Catania un Palazzetto dello Sport etc), di fronte all’ondata di solidarietà e di mobilitazione di volontari e di associazioni in tutt’Italia, pensiamo che anche Napoli debba fare con più forza la sua parte.

Per questo, finché durerà l’emergenza freddo, metteremo a disposizione gli spazi dell’Ex OPG “Je so’ pazzo” di Materdei come dimora per i senza tetto. Lo ammettiamo: il nostro posto non è per nulla adeguato per ospitare, come meriterebbero, queste persone. Non abbiamo né reti né materassi, né i servizi per accogliere questi esseri umani. Ma di fronte alla prospettiva di notti gelide per strada, di fronte all’immobilismo di soggetti ben più grossi e qualificati di noi, non possiamo restare indifferenti. E di certo sapremo offrire un’accoglienza più degna di una strada o di una stazione della metro.

Dalle 17 di oggi saremo all’Ex OPG per adattare e sistemare gli spazi per quest’accoglienza straordinaria, dalle 20 di lunedì fino alla fine dell’emergenza freddo apriremo ogni sera le nostre porte ai senza tetto.
Invitiamo chiunque voglia dare una mano, in qualsiasi modo, a passare alla nostra Casa del Popolo, all’incrocio fra via Salvator Rosa e via Imbriani. Abbiamo bisogno di materassi, coperte, farmaci, stufe elettriche, materiale igienico. Ma soprattutto di compagnia e di calore umano, perché è innanzitutto l’indifferenza e il rifiuto a uccidere queste persone.

Tocca a tutti noi attivarci, difendere i più deboli e lottare contro la povertà! Viva la Napoli solidale!

Ex Opg Occupato Je So Pazzo
Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 9 Gennaio 2017 e modificato l'ultima volta il 9 Gennaio 2017

Articoli correlati

Attualità | 20 Maggio 2019

LA BUONA NOTIZIA

Noemi è fuori pericolo: sciolta la prognosi

Attualità | 20 Maggio 2019

DIRITTI UMANI

A Giugliano, tra le persone sinti e rom sgomberate, la situazione resta preoccupante

Attualità | 19 Maggio 2019

NESSUN DIVIETO DI TANGO

Autorizzazioni monche: il Comune multa un bar in Galleria Umberto

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi