venerdì 15 novembre 2019
Logo Identità Insorgenti

EMERGENZA RIFIUTI

Approvato il piano per lo stop del Termovalorizzatore di Acerra

Attualità | 27 Agosto 2019

Durante la conferenza dei servizi convocata per quest’oggi negli uffici della Regione Campania è stato condiviso e approvato il programma per fronteggiare il fabbisogno complessivo di 82.000 tonnellate di frazione secca su base regionale che saranno accumulate durante lo stop del termovalorizzatore di Acerra previsto per il mese di settembre.

Le gare espletate dalle società provinciali, dalla A2A – proprietaria del impianto di Acerra – e dalla Regione Campania, consentiranno di evacuare fuori regione circa 40.000 tonnellate di rifiuti indifferenziati. Le restanti 42.000 tonnellate previste saranno invece destinate a depositi temporanei per un periodo non superiore ai 90 giorni.

I siti di stoccaggio individuati dalla Regione

I siti di stoccaggio temporanei sono distribuiti nelle diverse province della Campania secondo il principio di prossimità. Le nuove aree individuate si trovano nei comuni di Casalduni, Caivano, San Tamaro e Polla, per un quantitativo complessivo pari al 70% del fabbisogno. Per il restante 30% saranno utilizzate aree ubicate all’interno degli stir già esistenti in Regione.

“Con le ulteriori gare in corso di aggiudicazione la quota di rifiuti evacuati fuori regione potrebbe anche aumentare con un ulteriore ridimensionamento dei quantitativi da stoccare – commenta all’Ansa Fulvio Bonavitacola, vicepresidente della Regione Campania. Questo consentirebbe anche un’ulteriore riduzione dell’arco trimestrale di deposito temporaneo. La conferenza dei servizi è stata aggiornata al 15 settembre per effettuare un monitoraggio sullo stato di attuazione del programma e l’individuazione di eventuali azioni integrative o correttive che si rendessero necessarie o opportune.”

 

Un articolo di Antonio Corradini pubblicato il 27 Agosto 2019 e modificato l'ultima volta il 27 Agosto 2019

Articoli correlati

Attualità | 13 Novembre 2019

GRAZIE ITALIA

Manutenzione al Sud: a Napoli si contano i danni del maltempo

Attualità | 12 Novembre 2019

L’ANALISI

Allerta meteo e scuole chiuse: di chi sono le responsabilità?

Attualità | 12 Novembre 2019

LA CRISI

Caos Almaviva: cambio di appalto e rischio licenziamento per oltre 150 lavoratori della sede napoletana

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi