giovedì 19 settembre 2019
Logo Identità Insorgenti

EMERGENZA ROGHI

Battipaglia, in fiamme tonnellate di vecchi pneumatici

Ambiente | 13 Settembre 2019

Ancora una volta fiamme notturne, ancora una volta fumi tossici. Una scena ormai tristemente nota ai cittadini di Battipaglia, in provincia di Salerno, da mesi costretti a subire inermi i miasmi dei roghi tossici. L’incendio, l’ultimo in ordine di tempo, è divampato la notte scorsa presso la MGM, azienda di rifiuti speciali che si occupa di smaltimento di gomme nell’area industriale di Battipaglia

Tonnellate di vecchi pneumatici, trattati come rifiuti speciali in un sito di stoccaggio, bruciano per ore, costringendo alla chiusura preventiva di due plessi scolastici, mentre cresce il timore per le ceneri prodotte, pronte a posarsi sulle coltivazioni di frutta e verdura nelle vicinanze.

Una guerra già persa?

Sono tanti ormai a ipotizzare loschi interessi dietro queste sistematiche azioni delinquenziali, a partire dal sindaco Cecilia Francese che, senza mezzi termini, parla di “città sotto assedio”, fino alle esternazioni del neo riconfermato ministro dell’Ambiente Sergio Costa, il quale ha dichiarato: “Quello che sta accadendo a Battipaglia è qualcosa di losco e se le amministrazioni non sono unite a pagarne le conseguenze sono i cittadini.

E’ una guerra, una guerra che i cittadini combattono da troppo tempo. Pochi giorni fa (il 24 agosto) sono stato a Battipaglia e ho promesso che in caso di riconferma avrei avviato un tavolo tecnico. Bene, proprio ieri con il direttore generale abbiamo avviato la procedura e già da oggi partiranno le convocazioni con le amministrazioni locali interessate, i tecnici di regione e provincia, e chiaramente il Ministero.

Ognuno deve fare la sua parte, io e tutti i tecnici del ministero siamo a disposizione per affrontare, intervenire e risolvere il dramma di Battipaglia e di tutti i roghi dei rifiuti d’Italia”.

Intanto l’Arpac, l’agenzia regionale per la protezione ambientale, ha immediatamente installato delle centraline di monitoraggio sul posto per analizzare la qualità dell’aria a ridosso del capannone della MGM.

Antonio Barnabà 

Un articolo di Antonio Barnabà pubblicato il 13 Settembre 2019 e modificato l'ultima volta il 13 Settembre 2019

Articoli correlati

Ambiente | 27 Agosto 2019

TERRA DEI FUOCHI

A Lusciano centinaia di cittadini in marcia contro i roghi tossici

Ambiente | 26 Agosto 2019

BAGNOLI

Nuovo blocco per la bonifica. Bando di gara da rifare

Altri Sud | 23 Agosto 2019

LO SCENARIO

Così la Bolsonaro S.p.a. cancella l’Amazzonia: “Voi salvate il pianeta, noi lo distruggiamo”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi