lunedì 18 marzo 2019
Logo Identità Insorgenti

EUROPA LEAGUE

Napoli, tre squilli al Salisburgo: per gli Azzurri i quarti di finale sono un po’ più vicini

Sport | 7 Marzo 2019

Al San Paolo, il Napoli rifila un sonoro 3-0 al Salisburgo nell’andata degli ottavi di finale di Europa League. Di Milik e Fabian Ruiz le reti azzurre nel primo tempo, arricchite nella ripresa dall’autogol del difensore avversario Jerome Onguene.

Quello maturato a Fuorigrotta è probabilmente il miglior risultato che la squadra di Ancelotti poteva augurarsi alla vigilia, frutto di una prestazione gagliarda e tremendamente incisiva.

Nei primi venti minuti di gara, gli Azzurri sono già andati a segno due volte. Al 10′ Mertens sguscia tra le linee del Salisburgo e serve in verticale lo smarcamento di Milik: il polacco è freddo, dribbla il portiere Walke e deposita nella rete sguarnita.

Il bis meno di dieci minuti dopo. Callejon addomestica un pallone sul vertice destro dell’area di rigore austriaca e apparecchia per la conclusione al volo dell’accorrente Fabian Ruiz. Il mancino volante del centrocampista spagnolo, dal limite dell’area, è a dir poco mortifero.

Acquisito il doppio vantaggio, il Napoli è abile nel tenere alti i giri del proprio motore. La strategia partenopea raccoglie ancora una volta i suoi frutti ad inizio secondo tempo. Dalla sinistra, Mario Rui cerca Milik nell’area piccola: l’ariete azzurro viene anticipato maldestramente da Onguene che, di testa, batte il proprio portiere.

Nel finale di gara, gli Azzurri lasciano spazio alle iniziative del Salisburgo. Ancelotti vede la squadra rifiatare ed inserisce forze fresche, con Insigne, Diawara e Ounas che subentrano al posto di Milik, Mertens e Zielinski.

A questo punto della gara, sale in cattedra Meret. Il numero uno del Napoli compie almeno tre interventi decisivi, tenendo inviolata la propria porta ed evitando di fornire maggiori speranze agli austriaci in vista del ritorno.

Ritorno in cui mancheranno Koulibaly e Maksimovic: diffidati, i due centrali del Napoli sono stati ammoniti e non potranno scendere in campo, tra sette giorni, nella gara della Red Bull Arena.

Un articolo di Antonio Guarino pubblicato il 7 Marzo 2019 e modificato l'ultima volta il 8 Marzo 2019

Articoli correlati

Attualità | 18 Marzo 2019

IDENTITÀ

L’adesivo Santo Diego: “Maradona proteggici” tra recupero della memoria e napoletanità

Sport | 17 Marzo 2019

GOL E PAURA

Ospina e l’Udinese spaventano il Napoli: trauma cranico per il portiere colombiano, gli Azzurri soffrono ma battono i friulani 4-2

Campania | 17 Marzo 2019

PALLACANESTRO

Il derby campano del basket fra Napoli e Caserta, tra ricordi di un glorioso passato e speranze per il futuro

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi