fbpx
sabato 15 agosto 2020
Logo Identità Insorgenti

FASE 2

De Luca: “Mascherine obbligatorie e confermate le fasce orarie per passeggiare”. Consentiti i test privati: “Ma non rimborsabili”

Campania | 1 Maggio 2020

 

a cura di Lucilla Parlato, Fabrizio Reale e Aniello Napolano

Obbligo di mascherine, distanziamento sociale dove possibile, test nei laboratori privati non rimborsabili. Oggi nel punto settimanale di Vincenzo De Luca, governatore della Campania, ha anticipato i contenuti della prossima ordinanza, che apre la Fase 2 dell’era coronavirus anche nella nostra regione. Queste le principali novità da domani, dal momento che De Luca ha annunciato che l’ordinanza regionale sarà approvata in giornata.

Obbligo di mascherine e confermate fasce orarie per passeggiare

A parte l’obbligo, da domani, di uscire con le mascherine, De Luca confermerà le due fasce orarie dal 4 maggio per passeggiare: dalle 6 e 30 alle 8 e 30 e dalle 19 alle 22 (“per dare respiro ai bambini e alle famiglie”). “Non è vero che questo determina maggiore affollamento. Avremmo situazione fuori controllo altrimenti” ha spiegato il governatore.

“E’ consentita l’attività motoria individuale – ha poi ricordato – ma non si può fare corsa. Se vogliamo farci una risata, non immaginiamo che fanno footing le belle ragazze toniche, i fuseaux aderenti, cose che ti riconciliano… io ho visto vecchi che andrebbero arrestati a vista per oltraggio al pudore… in mezzo ai bambini…gente che va sputacchiando goccioline di saliva… Chi non indossa le mascherine è una bestia”.

Poi ha fatto il punto sulle misure economiche della Regione Campania.

Contributi alle imprese

Sul contributo di 2000 euro alle microimprese De Luca fa sapere che alle 24 di ieri è scaduto il termine per chiedere questo bonus: già ieri sono stati firmati i primi decreti di finanziamento per quasi 2500 imprese. Per il governatore è un “miracolo”: sono arrivate 121892 domande: “Ne prevedevamo 70000, cercheremo di coprire anche le altre 50000. Nella serata di ieri  – ha spiegato – abbiamo disposto con i decreti dirigenziali (lettera ai beneficiari) il decreto per 2000 euro. Abbiamo iniziato a pagare 2479 imprese (1014 Napoli, 509 Salerno, Caserta 346, Avellino 367, Benevento 243). Proseguiremo coi pagamenti a blocchi di 10000 imprese al giorno”.

Bonus lavoratori autonomi

Per quanto riguarda il bonus a professionisti/lavoratori autonomi di 1000 euro De Luca ha ricordato che il bando scade l’8 maggio ma ieri erano già pervenute 57000 domande. “Anche qui – ha spiegato – per  un motivo simbolico abbiamo fatto partire i primi 564 pagamenti, partendo dagli iscritti alle casse per periti agrari e ragionieri. (245 Napoli, 150 Salerno, 78 Caserta, 51 Avellino e il resto Benevento)”

Pensioni minime a 1000 euro

Per le Pensioni minime  a 1000 euro De Luca ha spiegato che l’accordo con l’INPS per la convenzione da firmare a breve dovrebbe consentire di pagare le pensioni per maggio e giugno. 250.000  i titolari a cui arriverà bonus per due mesi.

Agevolazioni affitti

Il governatore ha poi ricordato che è scaduto il 24 aprile il  bando per sostegno al fitto per le abitazioni principali (con contributo massimo di 750 euro). Ora la parola passa ai comuni che devono trasmettere l’elenco dei beneficiari entro il 12 maggio. 65000 le domande pervenute, per un ulteriore contributo di massimo di 2000 euro per famiglia per un altro bando. Verranno date informazioni precise anche per i lavoratori stagionali. Sono previsti, ha detto De Luca, anche interventi sulle famiglie con figli sotto i 15 anni: dal 17 aprile è aperto il bando per il bonus da 300 a 500 euro. Sarà attributo a maggio. Ad oggi  sono arrivate 130.000 domande. “Vogliamo essere un’eccellenza in Italia e   c’è almeno un livello istituzionale che quello che dice, lo fa” afferma De Luca.

Servizi socio-assistenziali

98, invece, i milioni di euro per i servizi socio-assistenziali ai territori. “Abbiamo aperto il bando per le famiglie con problemi non gravi di disabilità. Nei prossimi giorni verranno indicati i pagamenti per le aziende agricole, pesca, florovivaistiche, filiera bufalina. A Maggio – ha poi aggiunto il governatore – arriva il contributo per 10 milioni di euro (250 euro) a studenti universitari per la didattica a distanza più il contributo extra per gli assegnatari del bando residenze universitarie (bonus restitutivo). Tutte le info relative alla cassa integrazione sono state inviate – ha aggiunto De Luca – e la Campania è la prima regione in Italia che lo ha fatto”.

Turismo, cultura, terremotati di Ischia

“Faremo incontri con il comparto turistico-alberghiero, industria balneazione, mondo sport, cultura e spettacolo. Cercando di anticipare i tempi perché riprendano le attività. Faremo un incontro per Ischia: i terremotati hanno la scadenza per questo mese per l’occupazione di alloggi/sistemazione alberghi. Abbiamo chiesto proroga al governo. Arrivano richieste specifiche su cui prenderemo decisioni nei prossimi giorni”.

Gli arrivi dal Nord dei campani e le preoccupazioni

“La principale emergenza di oggi – ha poi detto De Luca – è quella legata agli arrivi (possono essere migliaia) da fuori la regione Campania. Mi auguro che nessuno squinternato si metta a recitare la litania stupida del rapporto Nord- Sud. Noi ragioniamo in maniera laica sul come evitare che nostri concittadini possano alimentare focolai di contagio nella regione a maggiore densità abitativa d’ITalia e d’Europa”. De Luca chiede controlli alla partenza:”Ma l’idea che torni nel tuo appartamento di residenza è qualcosa che si presta a troppe valutazioni. Manterremo ferme le disposizioni vigenti. Chi viene in Campania deve segnalare la propria presenza all’ASL, andare in autoisolamento e faremo fare controlli rapidi. Prenderemo decisioni di rinvio di queste scadenze per Capri, Ischia, Procida”.

Trasporti Pubblici

Mentre Anm ha fatto sapere che ci saranno massimo 100 passeggeri sui treni della metropolitana, 20 persone a bordo degli autobus e 40 sulle funicolari, alla luce delle limitazioni che saranno imposte nella fase 2 alla circolazione su ferro e gomma, nel suo intervento settimanale Vincenzo De Luca ha suggerito invece: “sui mezzi pubblici mettetevi tre mascherine” dal momento che “è molto difficile mantenere il distanziamentodi un metro/ un metro e mezzo”.

Le richieste sulla scuola

De Luca chiede, ancora, per quanto riguarda le problematiche invece sulle scuole, di evitare le “classi pollaio” (parla di 35 bambini per classe, ma il limite è inferiore) e ricorda di aver chiesto al ministro Azzolina nuove assunzioni di insegnanti. “Stiamo valutando anche il problema delle scuole paritarie, dato che molte rischiano di chiudere” ha poi aggiunto.

Concorso regione Campania

Un passaggio anche sul “concorsone”: “Il concorso della Regione Campania non ce lo siamo dimenticato per strada. Mancano 20 persone dei 3000 che già hanno completato. Faremo fare le prove a questi 20. Da giugno potremo mandare a lavorare 3000 persone”.

La lettera del Calcio Napoli

E ancora lo sport, anzi il Calcio Napoli. De Luca ha rivelato che il presidente gli ha scritto per chiedergli di poter fare allenamenti. “De Laurentiis mi ha mandato una lettera in cui propone un’ipotesi di lavoro che a me pare molto interessante. Lo sport di squadra non è previsto per ora dal decreto. De Laurentiis dice che invece il Napoli potrebbe fare allenamenti avendo tre campi di calcio disponibili con distanziamento degli atleti di 20 metri, in fasce orarie, senza uso comune doccia e trasporto individuale. Mi pare ci siano le condizioni  – ha affermato – per consentire gli allenamenti della squadra del Napoli. Sottoporremo la richiesta alla task force ma sono convinto che se vengono garantite tutte le norme di sicurezza, è ragionevole che nel momento in cui apriamo i cantieri e le fabbriche con protocolli di sicurezza (il presidente del Napoli garantisce due tamponi alla settimana a giocatori e collaboratori) credo che siamo in condizioni di consentire gli allenamenti del Napoli calcio per fare in modo che la squadra sia pronta. Sulla ripresa del campionato non dipendenderà da noi”.

Toelettatura per gli animali

“Le toelettature per gli animali a mio avviso – ha detto il governatore toccando uno dei tanti temi sul piatto – possono essere riprese e decideremo nei prossimi giorni. Il DPCM non le prevede ma penso sia ragionevole, fissando orari, consentre tale attività. Anche per addestramento cani/ cavalli”.

Cimiteri e fioristi

“Sui fioristi i  sindaci possano valutare l’apertura dei cimiteri in una fascia oraria di due ore per consentire l’addobbo interno, Con molta prudenza va consentito un po’ di respiro a questo comprarti della nostra economia Per avere in maniera prudente possibilità di respiro al comparto dei floricoltori”.

Migranti per il comparto agricolo

“Arriveranno da lunedì sul litorale domizio e sulla piana del Sele 20mila extracomunitari che potranno andare a lavorare. Valuteremo con le ASL competenti che attività mettere in piedi per monitorare la situazione”.

Test sierologici anche privati ma non rimborsabili

Per quanto riguarda la situazione sanitaria, per De Luca è sotto controllo. “Abbiamo avuto dal 23 aprile ad oggi: 44-25-32-18-31-30-13-21 positivi su quasi 80000 tamponi fatti. Alla ripresa delle attività ci sarà un programma di screening di massa. “Sarà consentità – ha poi annunciato De Luca –  attività anche ai laboratori privati. Aspettavamo la pronuncia dell’ISS su affidabilità dei vari test. Non è arrivato nulla però abbiamo visto che è stata fatta la gara per i test sierologici a livello nazionale. Non riteniamo motivi ostativi perché i test vengano  fatti anche da laboratori privati. Potranno farlo e saranno NON RIMBORSABILI. Il test sierologico dice se hai maturato anticorpi ma non è affidabile sul positivo/negativo. Non avendo avuto la certificazione da ISS, consentiremo l’attività dei laboratori privati”.

Nel fare infine gli auguri a tutti i campani per domani, per la la celebrazione di San Gennaro, De Luca ha ammesso che le ordinanze serviranno a poco: “Serviranno a far pagare qualche ammenda agli irresponsabili, ma non a risolvere il problema. Dovremo arrivare a scongelare le attività economiche nell’arco di due/tre settimane”.

Il video integrale:

 

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 1 Maggio 2020 e modificato l'ultima volta il 1 Maggio 2020

Articoli correlati

Campania | 26 Luglio 2020

Le poesie in napoletano della domenica di Poesie Metropolitane

Campania | 18 Luglio 2020

IL RICORDO

Luciano non morirà mai per noi, generazione cresciuta con le sue storie

Campania | 12 Luglio 2020

Le poesie in napoletano della domenica di Poesie Metropolitane

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi