lunedì 24 febbraio 2020
Logo Identità Insorgenti

FICTION

Il ritorno dell’Amica Geniale: la seconda serie fuori dal Rione, tra Ischia, Pisa e centro di Napoli

Cinema | 10 Febbraio 2020

Dopo il successo della prima stagione, è tutto pronto per il ritorno sul piccolo schermo della seconda stagione di “L’amica geniale”, la serie tv ispirata ai romanzi-bestseller di Elena Ferrante che andranno in onda a partire da stasera lunedì 10 febbraio in prima serata su Rai 1 e in qualità 4K ultra-HD sul canale 210 (Rai 4K) della piattaforma satellitare gratuita Tivùsat, mediante il satellite HOTBIRD a 13 gradi est.

“L’amica geniale. Storia del nuovo cognome “, rispetto alla prima stagione, presenta una novità nella regia, infatti accanto a Saverio Costanzo, autore e regista della prima serie si affianca Alice Rohrwacher, a cui è stata affidata la direzione degli episodi 4 e 5 ambientati ad Ischia. Mentre, la sorella, Alba Rohrwacher, anche in questa edizione è la voce narrante della fiction, nella veste di una delle due protagoniste che racconta la propria vita.

I nuovi episodi, che rappresentano le vicende narrate nel secondo romanzo della tetralogia di Elena Ferrante: “L’amica geniale – Storia del nuovo cognome”, proiettano gli spettatori nell’Italia degli anni Sessanta e, riprendendo la storia da dove era terminata la prima serie, raccontano di come le due ragazze diventano donne. E’ ambientato stavolta molto più fuori dal rione, tra centro di Napoli, Ischia e Pisa. Le protagoniste Lila e Elena sono ancora interpretate rispettivamente da Gaia Girace e Margherita Mazzucco.

La serie, tratta dalla tetralogia del libro di Elena Ferrante, riprende il racconto da dove era stato interrotto: Lila si è appena sposata ma, nell’assumere il cognome del marito, ha l’impressione di aver perso sé stessa. Elena è ormai una studentessa modello ma, proprio durante il banchetto di nozze dell’amica, ha capito che non sta bene né nel rione né fuori. Tra paesaggi bucolici e lotta tra classi sociali si svolge la vita nel Rione Sanità; scenario che fa da sfondo ad un’amicizia profonda e controversa ma allo stesso tempo unica, un tuffo nella vitalissima giovinezza delle due ragazze, dentro il ritmo con cui si tallonano, si perdono, si ritrovano.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 10 Febbraio 2020 e modificato l'ultima volta il 10 Febbraio 2020

Articoli correlati

Cinema | 19 Febbraio 2020

BUONE NOTIZIE

Selfie di Ferrente candidato ai David di Donatello come miglior documentario

Cinema | 19 Febbraio 2020

ANNIVERSARI

Massimo Troisi visto con gli occhi di un diciottenne

Cinema | 18 Febbraio 2020

IL BOOM

L’Amica Geniale stravince gli ascolti. E il set casertano apre al pubblico

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi