martedì 16 luglio 2019
Logo Identità Insorgenti

BRACCINO CORTO

Sprecone e poco pungente: il Napoli spara a salve e impatta sullo 0-0 in casa della Fiorentina

Sport | 9 Febbraio 2019

Nell’anticipo di Serie A del sabato pomeriggio, il Napoli non va oltre lo 0-0 sul campo della Fiorentina, mancando così l’occasione di portarsi momentaneamente a sei punti dalla Juventus.

Al “Franchi”, nonostante una prestazione tutt’altro che entusiasmante ma efficace nella lettura del match, gli Azzurri sprecano tantissimo sotto porta e mancano l’appuntamento con una vittoria che avrebbero decisamente meritato per quanto costruito in zona rete.

I Viola si presentano in campo determinati e aggressivi, riuscendo ad imporre il proprio ritmo alla gara e a costringere il Napoli ad un’interpretazione attendista della partita, con un’uscita dal basso del pallone il più delle volte disordinata. La squadra di Ancelotti regge bene e si difende con ordine, con Meret chiamato a sporcarsi i guantoni solo su di un tentativo ravvicinato, nel primo tempo, di Veretout.

In avanti, però, i suoi compagni di squadra sbagliano l’impensabile.

Ad inizio gara, Insigne è impreciso su di una corta respinta del portiere Lafont. Mertens – due volte – e Zielinski costringono il numero uno francese al triplo miracolo. Fabian Ruiz, in ombra per gran parte dell’incontro, sfiora il gol dell’anno con un mancino che, per questione di millimetri, non toglie la ragnatela dalla rete dei padroni di casa. 

Di Milik, in pieno recupero, l’ultima clamorosa occasione per tornare a Napoli con i tre punti. Il tentativo in scivolata del polacco, imbeccato dalla destra da Callejon, si spegne sull’esterno della rete.

Imperiosa e dominante, sul piano fisico e tecnico, la prova di Allan. Il brasiliano, che sembra aver definitivamente smaltito le scorie del calciomercato, è stato per distacco il migliore in campo dei suoi. Positivo anche l’apporto di Maksimovic, che si è ben destreggiato al cospetto di avversari validi e insidiosi come Chiesa e Muriel. Promosso Hysaj, nuovamente titolare sulla destra difensiva dopo quasi un mese.

La testa adesso va all’Europa League, ad oggi primario obiettivo della stagione del Napoli, impegnato giovedì sera a Zurigo nell’andata dei sedicesimi di finale della seconda rassegna calcistica continentale.

Antonio Guarino 

Un articolo di Antonio Guarino pubblicato il 9 Febbraio 2019 e modificato l'ultima volta il 10 Febbraio 2019

Articoli correlati

NapoliCapitale | 15 Luglio 2019

L’EREDITA’ DELL’UNIVERSIADE

Napoli vince la sfida: ora si preservino i 70 impianti ristrutturati

Sport | 12 Luglio 2019

UNIVERSIADE 2019

La bellezza di Napoli dagli spalti di Rotonda Diaz: ma il pubblico non c’è

Sport | 11 Luglio 2019

UNIVERSIADI 2019

Pallanuoto partenopea, Settebello e Setterosa in semifinale

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi