fbpx
martedì 19 gennaio 2021
Logo Identità Insorgenti

FIORENTINA VS NAPOLI

0-1 del Pipita: 3 punti e terzo posto

Sport | 9 Novembre 2014

higua firenz

Non si ferma più questo Napoli. Nemmeno il viola – che notoriamente porterebbe male – fa l’ effetto sperato da molti gufi, sbiadendo miseramente di fronte all’azzurro monumentale di Gonzalo Higuain e Kalidou Koulibaly, gli eroi del pomeriggio al Franchi.

La terza vittoria consecutiva tra campionato e coppa senza gol al passivo è merito sostanzialmente di questi due giganti: il primo, gigante per classe e caratura, autore del gol decisivo e di tante giocate da restare a bocca aperta, vedi il dribbling con cui salta tre avversari seminando il panico nell’area avversaria e il gol in semirovesciata annullato per fuorigioco; e il secondo, gigante per corporatura e sempre di più anche per qualità delle prestazioni, autore di un salvataggio quasi sulla linea a un soffio dal fischio finale che gli vale come un gol e lo riscatta pure dall’unico errore grave, ovvero aver lasciato a Gomez la possibilità di scheggiare la traversa all’81’.

A parte i due “mostri” appena citati, i complimenti vanno alla prestazione corale di un Napoli che scende in campo imponendo il proprio gioco da subito: nel primo tempo soprattutto, la squadra di Montella appare totalmente in balia degli azzurri che creano palle gol con assoluta faciltà, sbagliando solo di poco il gol del meritato vantaggio.

Primo tempo macchiato purtroppo dall’infortunio di Lorenzo Insigne: il Magnifico è costretto a lasciare il campo per Mertens tra gli applausi anche degli avversari, dopo 26 minuti giocati con la solita verve; per lui si teme una distorsione al ginocchio con interessamento dei legamenti.

La ripresa vede un cambio di modulo per i padroni di casa che passano alla difesa a tre e iniziano a giocare di più, rendendosi pericolosi soprattutto con Cuadrado, il cui destro al 60′ viene però parato da un buon Rafael.

Sul contropiede Hamsik sbaglia un gol praticamente già fatto ma per fortuna, nemmeno il tempo di imprecare in turco che ci pensa il Pipita:
cross basso di Maggio dalla destra, Tomovic respinge male regalando di fatto il pallone al 9 azzurro che a pochi metri dalla porta non può sbagliare.

A questo punto Montella prova ad aumentare il peso offensivo della sua squadra gettando nella mischia prima Pizarro e poi Gomez, cosa che gli riesce soprattutto grazie al tedesco.

Benitez, da sempre accusato di immobilismo tattico, sfata questa ennesima balla togliendo il Pipita per Henrique e, complice un po’ di fortuna e quel colosso di Koulibaly, il Napoli riesce a resistere all’assalto viola dell’ultima parte di gara – pur abbassandosi un po’ troppo – portando a casa 3 punti che valgono il terzo posto in solitaria.

Applausi comunque al pubblico viola, non solo per il sostegno offerto a Insigne, bensì anche per lo striscione in onore di Ciro Esposito apparso sugli spalti.

viola

Pollice verso, invece, per quella strega di Ilaria D’Amico che, dagli studi di Sky, lancia la solita ridicola provocazione a Benitez nel post gara, con tanto di ghigno malefico, alludendo a una possibile vacanza del mister in vista della pausa del campionato per le nazionali.

Don Rafe’, evidentemente stufo di questa storia, liquida la giornalaia ‘taliana con un laconico “stupidaggine, io abito al centro sportivo, lavoro 16 ore al giorno per il Napoli, se qualche volta non posso andare a vedere la mia famiglia è un errore”, meritandosi, ne siamo certi, una standing ovation davanti alla tv nel salotto di casa di tutti i tifosi azzurri.

E con questa, la nostra domenica può dirsi conclusa al meglio: so’ soddisfazioni!

Floriana Tortora

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 9 Novembre 2014 e modificato l'ultima volta il 9 Novembre 2014

Articoli correlati

Sport | 18 Gennaio 2021

MARADONA

Quattro anni fa, l’ultima visita di Diego al suo amato Napoli

Sport | 17 Gennaio 2021

DICA SEI

Napoli a valanga sulla Fiorentina: la Viola asfaltata 6-0

Sport | 17 Gennaio 2021

COVID 19

Tutti negativi i calciatori azzurri, Napoli-Fiorentina si giocherà alle 12.30