lunedì 14 ottobre 2019
Logo Identità Insorgenti

IPOTECA CHAMPIONS

Napoli, blitz ciociaro: Mertens e Younes firmano il 2-0 azzurro sul Frosinone

Sport | 28 Aprile 2019

Dopo le sconfitte con Arsenal e Atalanta, il Napoli ritorna alla vittoria con un secco 2-0 sul campo del Frosinone. Per gli Azzurri, una rete del tempo: apre le marcature Mertens su calcio di punizione, chiude i giochi Younes dopo una triangolazione in area con Milik.

Con il gol ai ciociari, il belga raggiunge Diego Armando Maradona a quota 81 gol in campionato in maglia azzurra. Per il tedesco ex Ajax, quella al Frosinone è la terza gioia partenopea in stagione.

Tre i pali colpiti dalla squadra di Ancelotti, due da Callejon e uno da Fabian Ruiz, che hanno contribuito a far salire a 24 il compito totale dei legni colti quest’anno dalla formazione partenopea.

Da segnalare anche il rientro in campo di Raul Albiol. Il difensore centrale spagnolo, assente dallo scorso 26 gennaio per un infortunio al ginocchio sinistro, è subentrato a Malcuit a dieci minuti dal termine del match.

Con questa vittoria, la numero 21 in campionato, il Napoli sale a 70 punti in classifica, aumentando a otto le lunghezze di vantaggio sull’Inter, terza in classifica, e portando momentaneamente a quattordici punti il margine sul quinto posto.

Il tutto a sole quattro giornate dalla fine del torneo, con il Napoli atteso dalle sfide casalinghe con Cagliari (domenica prossima, alle 20.30) e Inter, e dalle trasferte emiliane con Spal e Bologna.

Ancora contestazione sugli spalti. Dopo gli striscioni apparsi in città in mattinata, il tifo organizzato azzurro ha nuovamente manifestato il proprio malessere e la propria delusione per l’annata del Napoli.

Cori contro De Laurentiis sono stati intonati dal Settore Ospiti del “Benito Stirpe” di Frosinone, mentre un eloquente “meritiamo di più” ha accolto i calciatori azzurri mentre salutavano i tifosi al fischio finale dell’incontro, gettando sul rettangolo verde la maglia da gioco che Callejon aveva loro lanciato come consuetudine a fine gara, gettando sul rettangolo verde la maglia da gioco che Callejon aveva loro lanciato come consuetudine a fine gara.

Antonio Guarino

Un articolo di Antonio Guarino pubblicato il 28 Aprile 2019 e modificato l'ultima volta il 28 Aprile 2019

Articoli correlati

Sport | 6 Ottobre 2019

NAPOLI AL BIVIO

Azzurri spenti e impalpabili: nella Torino granata non si va oltre uno scialbo 0-0

Sport | 4 Ottobre 2019

FUOCO AMICO

Napoli contro Ancelotti: l’autolesionismo della piazza ha trovato il suo eco nella stampa nazionale

Sport | 2 Ottobre 2019

CHAMPIONS LEAGUE

Napoli brutto e sciupone: in Belgio, gli Azzurri non vanno oltre lo 0-0 contro il Genk

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi