domenica 16 dicembre 2018
Logo Identità Insorgenti

FUORI DAL CORO

Roberto Fico difende i centri sociali e ribadisce il no a nuovi impianti

Ambiente | 16 Novembre 2018

Per Salvini sono “quattro deficienti”. Così ieri il ministro dell’Interno Matteo Salvini, a Napoli per il comitato sicurezza, ha definito i Centri sociali di Napoli. Ma una voce fuori dal coro di questo governo azzeccagarbugli continua a suonare, stonata rispetto alle altre. E’ quella del presidente della Camera, Roberto Fico, probabilmente messo a ricoprire la quarta carica dello Stato proprio per silenziarlo.  “Non mi piace che si parli dei centri sociali come quattro scemi. In questa città – ha spiegato infatti Fico – i centri sociali come l’Opg, persone come quelle che lavorano allo 081 e realtà all’interno del centro storico, sono importanti perché hanno cercato di sviluppare un valore aggiunto sul territorio stando vicino alle persone che sono in difficoltà” ha spiegato il presidente della Camera, replicando non solo su questo punto, all’elenco infinito di pessimi proposito sciorinato da Salvini ieri nel corso della conferenza stampa in Prefettura.

I termovalorizzatori nel contratto Lega-5Stelle

Non è il solo punto in cui è intervenuto. Prima di raccontarvi cosa ha detto a proposito dell’altra grave affermazione di Salvini – una delle tante – riguarda invece l’impiantistica sui rifiuti. Ecco cosa prevede, in merito, il tristemente famoso contratto Lega-5Stelle su questo tema: “Una corretta e virtuosa applicazione dell’economia circolare, in linea con la gerarchia europea nella gestione dei rifiuti, comporta una forte riduzione del rifiuto prodotto, una crescente percentuale di prodotto riciclato e contestualmente una drastica riduzione della quota di rifiuti smaltiti in discarica ed incenerimento, fino ad arrivare al graduale superamento di questi impianti, adottando metodi tecnologicamente avanzati ed alternativi”. Più chiaro di così si muore praticamente. Cosa che per altro Fico – ospite d’onore oggi  a Napoli in occasione dell’anniversario della facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Ateneo Federiciano di via Pansini – respinge senza mezzi termini. “Posso assicurare che non ci sarà alcun inceneritore. Questa città e questa terra hanno già sofferto troppo”. Ciò di cui c’è bisogno invece, sottolinea, per completare il ciclo dei rifiuti, “sono impianti di riciclaggio, e di riuso dei materiali. É uno schiaffo forte a questa città e a questa Regione arrivare qui e dire che ci vuole un termovalorizzatore a provincia dopo le lotte che sono state fatte e dopo l’avanzamento delle nuove tecnologie. Ve lo assicuro – ha continuato – non si farà neanche un inceneritore in più ma molti più impianti di compostaggio per la frazione umida dei rifiuti solidi urbani, più differenziata e più impianti di trattamento meccanico manuale dove si ricicla il tutto”. Per completezza, comunque, Salvini è stato smentito praticamente da tutti: anche da Di Maio e alcuni consiglieri regionali campani come Vincenzo Viglione. Apparando al solito la figura del disinformato qual è.

La carezza a De Magistris

Poi una carezza a De Magistris, che da mesi si spertica in appelli per un dialogo con il movimento: “Non mi piace che si arrivi qui e si dica al sindaco di Napoli di mangiarsi i rifiuti”, ha aggiunto, “è il sindaco della Capitale del Sud Italia, capitale fondamentale del Mediterraneo”.

 

Identità Insorgenti

Identità Insorgenti è un giornale on line che rappresenta un collettivo di scrittori, giornalisti, professionisti, artisti uniti dalla volontà di una contronarrazione del Mezzogiorno.

Articoli correlati

Ambiente | 2 Dicembre 2018

FALSI ALLARMI

Vesuvio, nessun pericolo in atto: l’Osservatorio smentisce la stampa acchiappaclick

Ambiente | 28 Novembre 2018

I LUOGHI DEL CUORE

In scadenza il censimento FAI, vota e sostieni il Sud!

Ambiente | 24 Novembre 2018

GALLI SULLA MUNNEZZA

Terre dei fuochi al Nord: a Venezia gigantesco traffico illecito dei rifiuti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi