fbpx
martedì 20 ottobre 2020
Logo Identità Insorgenti

A Cercola, dove nacque, si inaugura il murales dedicato a Vittorio Mezzogiorno con la figlia Giovanna

Arte e artigianato, Identità | 17 Novembre 2017

 “Un sorriso a… Mezzogiorno”  è l’iniziativa promossa dall’Istituto comprensivo statale ‘De Luca Picione – Caravita’ di Cercola (Napoli) dedicata al compianto attore Vittorio Mezzogiorno, originario del comune vesuviano, dove nacque e visse i primi anni della sua vita. Oggi,  17 novembre, alle 18.30 ci sarà l’inaugurazione del teatro scolastico, sito nella scuola primaria del plesso Caravita alla quale prenderà parte la figlia, Giovanna.

Vittorio Mezzogiorno era nato a Cercola, nel quartiere Caravita, piccolo lembo di terra cuscinetto tra Ponticelli e Volla in via Monteoliveto, proprio accanto ai plessi di scuola primaria e secondaria di primo grado. Il teatro dichiarato inagibile e lasciato chiuso per cinque anni, è stato completamente ristrutturato dal Comune di Cercola, guidato dal sindaco Vincenzo Fiengo, grazie a finanziamenti comunali e finalmente restituito alla scuola.

”Abbiamo pensato di intitolare il nostro teatro scolastico al grande Vittorio come esempio per le generazioni a venire” dice Mariarosaria Stanziano, dirigente scolastica dell’Ic De Luca Picione – Caravita ”Ci rende orgogliosi sapere che Vittorio è rimasto sempre legato alle sue origini, alla sua terra e a Napoli ed è per questo che vogliamo rendergli un ulteriore meritato tributo, affinché il suo nome non venga dimenticato ma possa diventare il simbolo di quanto di buono può essere fatto con creatività, coraggio, cuore e fantasia dai ragazzi, dai giovani e da quanti hanno scelto di vivere la loro vita professionale per accompagnarli: educatori, operatori scolastici, professori”.

Un ringraziamento a Giovanna, figlia d’arte ”che ha accolto con entusiasmo e grande generosità d’animo il nostro invito e sarà presente durante la manifestazione inaugurale, gratificando con un suo sorriso di approvazione, tutti coloro che stanno alacremente lavorando da oltre due mesi per rendere il teatro un luogo accogliente, caldo e nuovamente vivo”.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 17 Novembre 2017 e modificato l'ultima volta il 17 Novembre 2017

Articoli correlati

Arte e artigianato | 4 Giugno 2020

CENTRO STORICO

Incontro con Salvini: le voci degli artigiani che si dissociano

Arte e artigianato | 4 Maggio 2020

LA MOBILITAZIONE

San Gregorio Armeno, la protesta degli artigiani

Arte e artigianato | 30 Aprile 2020

IL DRAMMA

Gli artigiani di San Gregorio Armeno: distanziamenti qui impossibili, aiutateci o sarà la fine

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi