martedì 19 febbraio 2019
Logo Identità Insorgenti

Catania a 5 sensi, la città siciliana interpreta così il tema della XV Giornata Nazionale del Trekking Urbano

Beni Culturali, Cultura, Eventi, Identità, Made in Sud, Turismo | 29 Ottobre 2018
Il 31 Ottobre è la Giornata Nazionale del Trekking Urbano, una manifestazione nata a Siena, e seguita a ruota da molte città italiane, che promuove la valorizzazione del patrimonio culturale urbano, incitando i cittadini a riscoprire la propria città attraverso passeggiate che seguono itinerari diversi ogni anno in base a un tema stabilito a priori.
Stamattina la manifestazione è stata presentata ufficialmente a Catania nelle sale dell’ex Convento di Santa Chiara, in via Castello Ursino, sede dell’attuale Museo di Arte Contemporanea, dagli organizzatori, il Comune di Catania in persona dell’Assessore alla Cultura e agli Eventi, Barbara Mirabella, e l’Associazione Culturale e Naturalistica Etna n’geniousa – Associazione non nuova a questo giornale, per averne parlato l’anno scorso, in occasione dello stesso appuntamento di ottobre e perché i soci fondatori, Matilde Russo e Oreste Lo Basso, hanno partecipato alla realizzazione del documentario “Sotto un altro vulcano – La Festa di S.Agata a Catania”, prodotto e girato da Identità Insorgenti, che verrà proiettato in occasione della Festa della Santa Patrona nel 2019. Erano presenti, altresì, Loredana Giacolla, addetta comunicazione e marketing dell’Associazione e alcuni degli sponsor catanesi della manifestazione che, quest’anno, giunge alla sua quindicesima edizione e che festeggia con un tema “gustoso” l’anniversario:  “Raccontami come mangi e ti dirò chi sei”.
Un tema che ha di certo entusiasmato perché particolarmente originale dato che ogni città italiana possiede una propria cultura gastronomica, per fortuna, ricca di tradizioni diverse e l’abbinamento tra i luoghi e il cibo deve essere risultato per molti versi stimolante, soprattutto per gli organizzatori dei tour.
Se non vivi a Catania…
Sì perché la quantità e la varietà di specialità gastronomiche, dolci e salate, presenti sul territorio catanese e legate all’identità di questo popolo sono davvero tante che si è dovuta operare una scelta molto ristretta. E non deve esser stato facile per l’Associazione Etna ‘ngeniousa decidere, tanti sono i sapori, gli odori, i colori, le voci delle tradizioni catanesi legate al cibo.
Così è stato predisposto il tour “Catania a 5 sensi” – interpretando il tema dato dalla organizzazione nazionale – in modo da valorizzare, tra i tanti, alcuni luoghi in cui i prodotti, soprattutto dolciari, trovano anche una propria collocazione o un qualche riferimento storico.
Si passerà dal cuore della città, dentro il Palazzo degli Elefanti, dove Matilde e Oreste ci racconteranno del simbolo identitario catanese più conosciuto al mondo, S.Agata appunto, e delle dolci storie legate ad esso, alla vociante Pescheria, passando dall’Acqua o’linzolu, la caratteristica fontana dove scorre ancora l’acqua del fiume Amenano e la cui struttura è tale che l’acqua scorrendo produce un effetto quasi consistente, come un lenzuolo. I partecipanti al tour verranno sommersi da colori, odori e suoni vividi e caratteristici del mercato storico del pesce e saranno condotti, grazie all’intervento di professionisti del settore, in un viaggio nell’arte culinaria catanese.
Il giro prevede poi la visita alle Terme dell’Indirizzo, nel cuore della Pescheria un tuffo nella monumentalità romana, per poi far tappa in un luogo cult dei catanesi: il chiosco. I chioschi sono luoghi familiari dove si servono le bevande tipiche quali l’acqua e zammù, lo sciampagnino, e naturalmente il seltz limone e sale e il famoso mandarino verde al limone. Una breve sosta rigenerante con lo sfondo del Castello Ursino di Federico. Ci si dirigerà poi verso l’Ex Convento di Santa Chiara (GAM) per scoprire la storia dei famosi dolci delle monache, per concludere tornando a duemila anni fa dentro le Terme della Rotonda, luogo magico e antichissimo, dove gli organizzatori hanno preparato una sorpresa finale per tutti!
Ogni tappa del camminamento sarà accompagnata dalla degustazione di un dolce tipico della storia etnea gentilmente offerto da alcune attività che hanno deciso di sostenere l’iniziativa e che parteciperanno personalmente alla manifestazione:
• Polo Regionale per i Siti Culturali – Catania
• Alessandro Marchese Frutta Martorana
• Myda Scuola di Cucina
• Acqua Fontalba
• Tomarchio – Pasticceria Siciliana
• Coldiretti Catania
• Chiosco Castello Ursino Tino’s – Drink’s & Food
• I Dolci Sapori Antichi – San Giovanni La Punta CT
• Panificio La Pagnotta – Pedara CT
• Cinzia Caminiti Nicotra
• Associazione Mascalucia DOC
Per la giornata del 31 Ottobre sono previsti ben 4 tour di “Catania a 5 sensi”, per informazioni e prenotazione contattare
[email protected]
[email protected]
– 338.1441760
Un articolo di Barbara Mileto pubblicato il 29 Ottobre 2018 e modificato l'ultima volta il 29 Ottobre 2018

Articoli correlati

Beni Culturali | 15 Febbraio 2019

CHIESE CHIUSE

Sant’Agostino alla Zecca

Beni Culturali | 15 Febbraio 2019

NOVITA’

Entra in vigore il nuovo decreto per le gratuità nei musei

Beni Culturali | 14 Febbraio 2019

SCOPERTE

Nuovi affreschi a Pompei: riemerge il mito di Narciso alla Regio V

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi