venerdì 17 agosto 2018
Logo Identità Insorgenti

Che bella la casa “vintage” di Pompei

Beni Culturali | 9 agosto 2018

Tra le nuove scoperte, incessanti, di Pompei risultano di particolare interesse gli ambienti decorati emersi durante gli scavi nella lungo il Vicolo dei Balconi (anch’esso di recente scoperta) già ribattezzato la domus ‘vintage’. Si tratta in realtà della Casa di Giove, già scavata tra il Settecento e l’Ottocento e che deve il suo nome a un quadretto raffigurante Giove rinvenuto già nell’800 su un larario posto nel giardino.

«Una casa che nel 79 d.C. aveva mantenuto un arredo assolutamente desueto per l’epoca, le stanze che si affacciano sull’atrio infatti sono tutte in primo stile con pennellature in stucco che imitano marmi colorati con colori straordinari oppure pannelli che imitano marmi pregiati che provenivano dall’Oriente, oltre a una ricca cornice di stucco con modanature dentellate. Il proprietario doveva essere facoltoso e colto, conscio del valore di pitture già allora centenarie» spiega il direttore Massimo Osanna.

Il proprietario aveva dunque deciso di lasciare intatte nelle stanze di rappresentanza le ricche decorazioni in primo stile (risalenti quindi circa al II secolo a.C.) lasciando agli altri ambienti decorazioni ‘più moderne’, tipiche del suo periodo (circa 79 d.C.). Nell’atrio della domus gli scavi hanno anche evidenziato un graffito che sembra prendere in giro il proprietario con la scritta ‘Balbo l’Ateniese’ (ironizzando probabilmente sul personaggio che aveva voluto mantenere le decorazioni in primo stile che imitavano i marmi che provenivano dall’Oriente) : non sono le prime scritte ironiche che sono emerse durante i lavori nell’area. Il senso dell’umorismo non mancava evidentemente agli abitanti di Pompei.

Gallery Cesare Abate e Massimo Osanna

 

Articoli correlati

Beni Culturali | 17 agosto 2018

NEL CORSO DEGLI SCAVI

Nuove scoperte a Pompei: l’affresco di Priapo nella casa di via Vesuvio

Beni Culturali | 15 agosto 2018

DOVE ANDIAMO OGGI

A Pozzuoli per “Il pennone a Mare” antica tradizione dei pescatori puteolani in onore della Madonna Assunta

Beni Culturali | 11 agosto 2018

DOVE ANDIAMO OGGI

Una passeggiata sul Vesuvio e lungo il miglio d’Oro