domenica 9 maggio 2021
Logo Identità Insorgenti

Ciak a via Toledo per Paolo Sorrentino. Gallery Carlo Hermann – Kontrolab

Cinema | 10 Settembre 2020

Il regista napoletano Paolo Sorrentino nella centrale Via Toledo a Napoli durante le riprese del film ispirato a Diego Armando Maradona, “La mano de Dios” che uscirà su Netflix probabilmente l’anno prossimo.

Questa volta non solo torna a casa, a Napoli, ma torna anche alle memorie da ragazzo, al Napoli di Diego Armando Maradona, squadra di cui è tifosissimo.

Il riferimento a Maradona, che già citò per l’ispirazione quando ritirò il Premio Oscar per La grande bellezza (insieme a Fellini e ai Talking Heads) è chiara. La mano di Dio, Mano de Dios in spagnolo, in gergo calcistico è la rete segnata di mano irregolarmente. Un termine diventato un must, che nasce proprio da una rete segnata di mano da Diego Armando Maradona nel 1986. La partita era Argentina – Inghilterra e proprio quell’anno l’Albiceleste si laureò campione del mondo, battendo la Germania in finale.

“Sono emozionato all’idea di tornare a girare a Napoli, vent’anni esatti dopo il mio primo film – ha detto a inizio riprese Sorrentino – Questo sarà per la prima volta nella mia carriera, un film intimo e personale, un romanzo di formazione allegro e doloroso. Sono felice di condividere questa avventura col produttore Lorenzo Mieli, la sua The Apartment e Netflix”.

Gallery Carlo Hermann / Kontrolab. Tutti i diritti sono riservati.

Un articolo di Lucilla Parlato pubblicato il 10 Settembre 2020 e modificato l'ultima volta il 10 Settembre 2020

Articoli correlati

Cinema | 9 Aprile 2021

Su Vogue Italia: “Sophia Loren eterna icona di stile: ispiratevi a lei per l’estate 2021”

Cinema | 7 Febbraio 2021

La penultima puntata di Mina Settembre. Tutte le foto di Serena Rossi sul set

Cinema | 5 Febbraio 2021

Storia di Peppe: sul set del film sui De Filippo si muove un progetto di riscatto e amore