fbpx
lunedì 10 agosto 2020
Logo Identità Insorgenti

Decine di canoe invadono i lidi privati di Napoli: “Basta speculazioni, liberiamo le spiagge!”

Battaglie | 18 Luglio 2020

“All’arrembaggio contro i privilegi e contro l’esclusione: liberiamo le spiagge!” è il motto dell’associazione di cittadini che questa mattina, con un flash mob nelle acque del Golfo di Napoli, hanno manifestato contro le privatizzazione del litorale partenopeo.

Basta Concessioni private! Il Mare è di tutti. Le spiagge anche! Decine di pirati su venticinque canoe – si legge nel comunicato – hanno invaso questa mattina i troppi Lidi Privati del lungomare di Napoli tra Posilipo e Mergellina. Siamo sbarcati sul Lido Sirena, il Lido Ideal, il Bagno Elena e tutti gli altri soggetti privati che speculano su quel che la natura ha lasciato agli abitanti della nostra città. Mentre altri dimostranti si sono aggiunti via terra. Con striscioni, bandiere, cartelli, volantini che chiedono la fine delle concessioni private, il completamento delle bonifiche e la realizzazione finalmente di una grande spiaggia pubblica della città e degli abitanti di Napoli.

Grande imbarazzo e fastidio dei gestori, grande solidarietà dei cittadini: non è possibile pagare 30 euro per due sedie a sdraio il cui affitto è obbligatorio per una mattinata a mare! Tanto più nell’estate della pandemia, quando la crisi sociale morde e tutti cercano un minimo di sole e di mare a chilometro zero. Quando proprio le regole del distanziamento fisico imporrebbero più spazio per le pochissime spiagge pubbliche. Invece continuano i processi di privatizzazione, anche quelli palesemente illegali, che cercano di privatizzare perfino la battigia e gli scogli con vigilanza privata, come alle “acque minerali” e alle “rocce verdi” a Marechiaro. Diritti contro Privilegi (o gestioni sempre più dal sapore privatistico come sta diventando il parco protetto della Gaiola).

L’incipit di una battaglia che si sta svolgendo anche su internet con petizioni e una neonata pagina facebook: Mare Libero e Gratuito Napoli
L’estate è lunga: non è che l’inizio…

Un articolo di Antonio Corradini pubblicato il 18 Luglio 2020 e modificato l'ultima volta il 18 Luglio 2020

Articoli correlati

Battaglie | 20 Luglio 2020

LA PROTESTA

L’ultimatum di Officina delle Culture: “Consegneremo le chiavi al Sindaco”

Battaglie | 20 Luglio 2020

G8 DI GENOVA

Diciannove anni fa Carlo Giuliani moriva durante le proteste No Global

Battaglie | 9 Luglio 2020

LA PROTESTA

Sciopero dei lavoratori del porto di Napoli: “Negati diritti fondamentali”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi