martedì 16 luglio 2019
Logo Identità Insorgenti

Decrescita Felice: all’Asilo affollato incontro pubblico con Serge Latouche

Eventi | 16 Maggio 2019

Eccovi una piccola galleria fotografica della conversazione pubblica con Serge Latouche, uno dei fondatori della teoria della “Decrescita Felice”, che si è tenuta ieri pomeriggio all’ ex Asilo Filangieri.

Teatro strapieno di persone di tutte le età. Spalti al completo, nelle prime tre file stanno seduti pure a terra, poi molti stanno in piedi. Il messaggio della teoria della Decrescita, che si basa sulla comprensione dell’assurdità della teoria economica classica della crescita infinita, impossibile da attuare su un pianeta Terra che ha risorse finite e che ci sta portando, tra gli altri, al problema del riscaldamento globale, inizia a diffondersi. Il professore ha parlato anche di uno dei suoi libri: “La Decrescita prima della Decrescita”, in cui va a cercare in autori del passato i germi della stessa teoria. Perché sono stati parecchi quelli che hanno visto, almeno in parte, questa nuova via: pure Tiziano Terzani, Pierpaolo Pasolini e Berlinguer.

Se volete approfondire, e noi ve lo consigliamo, il professore ha scritto molti libri su questa nuova via, e su questo giornale pure trovate qui una sintesi dell’argomento.

Testo e foto Francesco Paolo Busco

Un articolo di Francesco Paolo Busco pubblicato il 16 Maggio 2019 e modificato l'ultima volta il 16 Maggio 2019

Articoli correlati

Eventi | 9 Luglio 2019

LA MOSTRA

Le foto dal set de “L’amica geniale” in mostra al Madre

Eventi | 5 Luglio 2019

UNIVERSIADI 2019

Molte luci e qualche ombra: un primo bilancio e le gare di oggi

Abruzzo | 23 Giugno 2019

IN ABRUZZO

La notte di San Giovanni, festa del solstizio con riti, miti e musica dal tramonto all’alba

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi