domenica 21 aprile 2019
Logo Identità Insorgenti

Etna ‘ngeniousa, compie dieci anni l’associazione che tutela il patrimonio culturale e l’identità di Catania

Beni Culturali, Identità | 11 Febbraio 2019

Etna ‘ngeniousa, dieci anni di lavoro e passione

 Etna ‘ngeniousa  compie dieci anni. L’associazione culturale che opera sul territorio catanese con passione e dedizione, al fine di promuovere la rivalutazione dell’immenso patrimonio storico, culturale e archeologico, con un occhio particolare alla riscoperta delle tradizioni e dell’identità della città festeggia il suo decennale anniversario.

Il presidente Matilde Russo, storica dell’arte, e l’archeologo Oreste Lo Basso (insieme ad altri due soci), nel 2009 fondarono questa realtà, ai tempi nuova nel suo genere. Furono i precursori di un modo diverso di coinvolgere, mostrare e far riscoprire la città ai suoi cittadini. Infatti, attraverso la narrazione di racconti – uno storytelling peregrinante, appassionato e dinamico -, Matilde e Oreste accompagnano i visitatori dentro una Catania per molti ancora sconosciuta. Dalla storia classica “delle pietre”, che magnanimi greci e romani ci hanno lasciato in eredità, e dei palazzi di epoche e di stili diversi sino agli intrighi e alle leggende che la città tramanda, e che suscitano sempre quel pizzico di curiosità che non guasta mai.

Nel corso di questi dieci anni Etna ‘ngeniousa è riuscita a catalizzare l’attenzione della popolazione cittadina, ma anche di turisti stranieri, su di un settore completamente abbandonato dalle istituzioni, e a livello centrale e a livello locale: la valorizzazione del territorio, patrimoniale e culturale, con un occhio particolare a quei luoghi identitari dimenticati, abbandonati e, spesso, deturpati della città.

Le attività dell’associazione

Etna ‘ngeniuosa  si avvale di professionisti esperti nel settore degli eventi e nella comunicazione culturale e di soci che collaborano a vario titolo nelle diverse attività svolte tra cui quelle di gestione di luoghi di interesse storico e patrimoniale (il Santuario Sant’Agata al Carcere e la chiesa Badia di S.Agata), di laboratori didattici e visite per le scuole, e quelle di  realizzazione di Tours, urbani e naturalistici, a tema diverso.

Tra i Tours proposti dall’associazione “Catania Sotterranea”, per esempio, è stato uno dei primi ad essere organizzato in città ed è ancora uno tra i più gettonati. Un cammino nella Catania del centro storico, ma sottoterra! Il “Mistery Tour” che si svolge in notturna in luoghi storici della città e “Le vie dell’acqua” che accompagna i visitatori lungo, appunto, un percorso urbano inaspettato, seguendo i corsi d’acqua di cui Catania era (ed è tuttora) insospettabilmente ricca. Oltre ai percorsi dedicati a luoghi della città inverosimilmente sconosciuti ai più, come il tempio di Sant’Euplio,  compatrono, insieme a S.Agata, della città di Catania. Tutti itinerari originali, che nella loro formula – e per contenuto e per titolo – identificano il marchio dell’associazione in modo netto (nonostante i vari e vani tentativi di imitazione…).

Etna ‘ngeniousa, infine, è tra gli organizzatori di varie manifestazioni nazionali tra cui “La notte dei Musei”, appena conclusasi, e la giornata nazionale del “Trekking Urbano” che, dal 2015, si svolge il 31 ottobre di ogni anno.

Il contributo al documentario “Sotto un altro vulcano – S.Agata a Catania”

Etna ‘ngeniousa è, peraltro, una conoscenza preziosa per noi dato che sia Matilde Russo sia Oreste Lo Basso hanno prestato il loro contributo, partecipando quali professionisti esperti, in ambito storico ed archeologico, al documentario “Sotto un altro vulcano – S.Agata a Catania“, prodotto da Identità Insorgenti e di recente presentato in prima nazionale a Catania.

L’associazione, infatti, rivolge un’attenzione particolare al culto di S.Agata, quale simbolo di devozione e di identità catanese. Nel corso dell’anno i soci sono impegnati in visite guidate a gruppi scolastici, e non, all’interno del Santuario di S.Agata al Carcere, durante le quali raccontano – tra storia, leggenda e tradizione – la vita della Santuzza e sono vari i tours, i laboratori e le attività legate alla Festa di S.Agata di Febbraio in cui Etna ‘ngeniousa è impegnata.

Il ringraziamento dei soci fondatori

Etna ‘ngeniousa è una presenza importante sul territorio catanese e può sicuramente porsi come punto di riferimento per gli interlocutori istituzionali nell’attività di salvaguardia dell’interesse comune che è la tutela del patrimonio, dell’identità e delle tradizioni di Catania. Il suo è un contributo instancabile e, contemporaneamente, pieno di gratitudine e di passione che si esprime nel comunicato della pagina ufficiale di Facebook, dopo settimane di impegni (quelli che ruotano intorno alla Festa di S.Agata), a cui non si sottrae nemmeno nel giorno dell’anniversario: “Oggi Etna ‘ngeniousa compie dieci anni. Li festeggiamo lavorando al servizio della nostra città, come ogni giorno, e dicendo semplicemente GRAZIE a tutti gli amici che sono o che sono stati compagni di viaggio in questo meraviglioso cammino. A tutti coloro che amano con noi questa città e questa terra”.

Testo e gallery di Barbara Mileto

Un articolo di Barbara Mileto pubblicato il 11 Febbraio 2019 e modificato l'ultima volta il 11 Febbraio 2019

Articoli correlati

Beni Culturali | 18 Aprile 2019

LA LETTERA

Al Museo di San Martino piove materiale da un soffitto e hanno chiuso la sala davanti ai nostri occhi

Beni Culturali | 18 Aprile 2019

L’INTERVISTA

Il geologo Caniparoli: “Incurabili, subito indagini vibrometriche per capire l’impatto della Metro”

Beni Culturali | 18 Aprile 2019

PASQUA CAMPANA

Mann e Capodimonte aperti per Canova e Caravaggio. Gli orari dei musei, quasi tutti in funzione durante le festività

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi