domenica 21 aprile 2019
Logo Identità Insorgenti

Fantasmi a Pompei: al Mann fino all’8 gennaio

Beni Culturali, Eventi | 3 Novembre 2018

Fantasmi a Pompei  è la mostra inaugurata al MANN nel Salone della Meridiana si potrà visitare nelle sale degli affreschi e dei mosaici  fino al 8 gennaio 2019. Guest star del vernissage il fratello famosissimo di uno dei 2 artisti, l’attore napoletano Sergio Assisi. Parlare di fantasmi il giorno che si festeggia Halloween sembra quasi scontato e studiato, ma, come ci ha tenuto a precisare il direttore Paolo Giulierini durante la presentazione, la scelta della data è stata casuale.
I fantasmi da sempre affascinano gli esseri umani e la storia di Napoli ne è piena ad ogni passo di strada, dagli antichi romani passando per le anime pezzentelle, al munaciello, fino ad arrivare al fantasma di una bambina che gira (pare ancora) per le sale del museo archeologico di Napoli e che si dice sia stata “catturata” da uno scatto di un vecchio dagherrotipo.
Insomma, le presenze aleggiano su di noi e intorno a noi, ed è stato estremamente interessante vedere entrare come fantasmi staccati da antichi dipinti di 2000 anni fa figure antiche mischiarsi a visitatori moderni o anche ai gatti e ai cani che vagano nel parco archeologico di Pompei.
Dario Assisi e Riccardo Maria Cipolla, chiaramente soddisfatti ed emozionati, raccontano al pubblico presente la fortuna di veder realizzato il loro progetto in uno dei Musei più importanti al mondo e vedere le loro opere fotografiche dialogare in una “corrispondenza di amorosi sensi” (direbbe qualcuno) con gli artisti del passato e contemporaneamente con i visitatori del MANN.
Passato e presente che si mischiano per regalare l’emozione dell’immaginazione di due artisti delle foto.
Ciliegina sulla torta, l’intervento piacevole di Sergio Assisi che non solo ci ha “guidato” tra le foto mostrando interesse e meraviglia, ma alla fine si è anche prestato per un intervento nel video girato a conclusione del vernissage per pochi minuti con i ragazzi di Forcella insieme al Direttore Paolo Giulierini, seconda parte del progetto NeapolisRestArt che verrà presentato a Futuro remoto a Città della Scienza dal prossimo 8 novembre fino all’ 11.
Si è detto anche disponibile a laboratori con i ragazzi del quartiere.
Insomma, l’arte travolge e coinvolge e diventa progetto sociale di una collaborazione. E Identità Insorgenti ne è stata testimone con il live e le foto che seguono.

Testo e gallery di Susy Martire

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 3 Novembre 2018 e modificato l'ultima volta il 3 Novembre 2018

Articoli correlati

Beni Culturali | 18 Aprile 2019

LA LETTERA

Al Museo di San Martino piove materiale da un soffitto e hanno chiuso la sala davanti ai nostri occhi

Beni Culturali | 18 Aprile 2019

L’INTERVISTA

Il geologo Caniparoli: “Incurabili, subito indagini vibrometriche per capire l’impatto della Metro”

Beni Culturali | 18 Aprile 2019

PASQUA CAMPANA

Mann e Capodimonte aperti per Canova e Caravaggio. Gli orari dei musei, quasi tutti in funzione durante le festività

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi