lunedì 20 maggio 2019
Logo Identità Insorgenti

I dettagli di Napoli: Galeazzo Caracciolo a San Giovanni a Carbonara

| 13 Maggio 2019

Nella chiesa di San Giovanni a Carbonara, quella della scala a doppia rampa ideata dal genio di Ferdinando Sanfelice, tra i numerosi tesori da ammirare, troviamo la cappella Caracciolo di Vico: una delle famiglie del sedile Capuano, vincitori della battaglia di Otranto contro i turchi, tra le più potenti del vicereame. I lavori per la realizzazione sono iniziati nel 1499 grazie alla spinta di Galeazzo Caracciolo di Vico, vi si accede tramite un arco e lo spettacolo è sublime: colonne con gli stemmi familiari, pavimento in marmo e porfido, l’altare dell’Epifania con le tombe di Nicolantonio e Galeazzo fatte da Annibale Caccavello, allievo di Giovanni da Nola. Il sepolcro di Galeazzo è sorretto da due tritoni, sul sacello troviamo proprio lui, in piedi, in armi da cavaliere. Due le nicchie laterali: una, è vuota, c’era la statua della Fedeltà che è stata rubata, l’altra rappresenta la Carità. Sopra le figure Dio Eterno. Ma sono troppo poche queste righe per descrivere un così grande capolavoro!

A cura di Luciano Troiano

Un articolo di Luciano Troiano pubblicato il 13 Maggio 2019 e modificato l'ultima volta il 13 Maggio 2019

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi