domenica 26 maggio 2019
Logo Identità Insorgenti

I dettagli di Napoli: Maria la cattolica a Donnaregina Vecchia

| 11 Marzo 2019

In vico Donnaregina c’è la chiesa di Santa Maria Donnaregina Vecchia che ospita la tomba di Maria d’Ungheria, moglie di Carlo II d’Angiò e madre di Carlo Martello, San Ludovico di Tolosa e altri dodici figli. La chiesa è antica assai: risale al 1300 ed aveva un annesso convento per le monache che è stato distrutto da un terremoto. La pia regina, con fondi propri, ne ha permesso la ricostruzione e, successivamente, l’ha affidata alle clarisse. Maria d’Ungheria è stata regina di Napoli dal 1285 al 1309 anno in cui suo marito è morto. Durante il suo regno procedevano i lavori per la costruzione della chiesa che oggi conosciamo come Donnaregina Vecchia che è stata consacrata nel 1320 nonostante fosse stata aperta al culto già quattro anni prima. Maria, è stata regina per ben 24 anni, morta nel 1323, tre anni dopo è stata sepolta all’interno della chiesa in una tomba monumentale fatta realizzare, per lei, secondo le sue volontà, da uno scultore senese molto famoso: Tino da Camaino che era giunto a Napoli per mettersi al servizio di Roberto d’Angiò, figlio di Maria. La regina, oggi, riposa proprio in quella chiesa tanto amata; Tino da Camaino l’ha scolpita, sorretta dalle quattro virtù, con il saio francescano.

A cura di Luciano Troiano

Un articolo di Luciano Troiano pubblicato il 11 Marzo 2019 e modificato l'ultima volta il 11 Marzo 2019

Articoli correlati

Eventi | 19 Settembre 2017

Il 24 settembre a Donnaregina: “23 Tableaux Vivants da Caravaggio”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi