mercoledì 20 novembre 2019
Logo Identità Insorgenti

I dettagli di Napoli: San Biagio Maggiore nel cuore antico della città

| 8 Ottobre 2019

In via San Biagio dei librai, all’incrocio con San Gregorio Armeno, c’è la chiesa di San Biagio Maggiore. Di origine antichissima, pare addirittura del IX secolo, quando delle monache armene sono giunte in città con delle reliquie per sfuggire agli iconoclasti: un movimento che proibiva la venerazione delle immagini. Nella prima metà del ‘500, la cappella è stata affidata alla confraternita dei librai, che ne hanno diffuso e curato il culto tanto che nel 1628, San Biagio, è stato dichiarato protettore del regno. Sempre al ‘600 risale la costruzione dell’odierno edificio dove è stato custodito il cranio del santo. La chiesa si caratterizza per l’armonia interna, lo splendido pavimento settecentesco in riggiole smaltate e l’altare policromo. La statua di San Biagio, invece, è custodita nella vicina chiesa dei Santi Filippo e Giacomo.

A cura di Luciano Troiano

Un articolo di Luciano Troiano pubblicato il 8 Ottobre 2019 e modificato l'ultima volta il 8 Ottobre 2019

Articoli correlati

Cultura | 27 Maggio 2019

IL SANGUE DI NAPOLI

Non solo San Gennaro: sono dieci i santi dei miracoli. E Santa Patrizia è l’unica donna

Attualità | 10 Dicembre 2018

LA POLEMICA

Hitler sul presepe. Di Virgilio chiede scusa (ma diciamo stop a questi pupazzi)

Attualità | 7 Dicembre 2018

LA STRADA DEI PRESEPI

San Gregorio Armeno da domani a senso unico, Tribunali pedonalizzati per sempre

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi