lunedì 20 maggio 2019
Logo Identità Insorgenti

I dettagli di Napoli: San Francesco delle Monache, la chiesa della regina Sancha

| 16 Maggio 2019

All’ombra del muro di cinta di Santa Chiara, nella via che porta lo stesso nome del monastero, c’è la bella chiesa di San Francesco delle Monache. Distratti dagli affanni quotidiani, chissà quante volte siamo passati lì davanti senza far caso a quel cancello in ferro battuto, vero capolavoro dei fabbri napoletani del ‘700, che apre la strada verso l’atrio con lo splendido portale in marmo di Crescenzo Torchese. Costruito ad inizio del ‘300 per volontà della regina Sancha, moglie di Roberto d’Angiò, ha ospitato le monache di Santa Chiara. Ad inizio ‘600 è stato riammodernato così come a metà del ‘700. Nel XIX secolo, con la soppressione del monastero, è iniziato l’uso profano: prima caserma, poi collegio e, oggi, luogo di cultura per mostre, musica e teatro. Nel corso degli anni la chiesa ha subito anche i danni della seconda guerra mondiale e la vergogna dei furti; conserva ancora, però, due sepolcri: quello di Giovannella Gesualdo e Caterina Della Ratta entrambi di periodo rinascimentale.

A cura di Luciano Troiano

Un articolo di Luciano Troiano pubblicato il 16 Maggio 2019 e modificato l'ultima volta il 16 Maggio 2019

Articoli correlati

Grand Tour | 1 Settembre 2017

Grand Tour – Il Complesso Monumentale di Santa Chiara

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi