fbpx
mercoledì 27 maggio 2020
Logo Identità Insorgenti

I dettagli di Napoli: San Gennaro e i Bianchi Cinturati

| 7 Giugno 2019

Attraversata via Duomo e proseguendo lungo via Tribunali si arriva nella piazzetta di Sedil Capuano dove c’era l’antico seggio cittadino. Di fronte c’è l’omonimo vico che ospita la chiesa di San Gennaro a Sedil Capuano. La chiesa è chiusa da una inferriata ma ha un bel portale in piperno con la dedica al Patrono Maximo come scritto sopra l’ingresso. Il tempio era aggregato al sedile e, successivamente, a disposizione delle famiglie Caracciolo e Dentice. Poi, è diventata sede alla Confraternita dei Bianchi Cinturati, una confraternita nata nel 1586. Chiusa al culto dagli anni ’60 del secolo scorso conserva, in buono stato, la bella volta a crociera con stucchi, il coro e la grata della finestra interna da cui le suore di clausura partecipavano alla messa.

A cura di Luciano Troiano

Un articolo di Luciano Troiano pubblicato il 7 Giugno 2019 e modificato l'ultima volta il 7 Giugno 2019

Articoli correlati

Cultura | 14 Marzo 2020

ARTE E STORIA

Mattia Preti e gli affreschi votivi delle porte di Napoli

L'oro di Napoli | 16 Dicembre 2019

L’ORO DI NAPOLI

16 dicembre 1631: San Gennaro ferma la lava

Identità | 19 Settembre 2019

MIRACOLO DI SAN GENNARO

Quell’inutile e odioso scetticismo di chi non crede

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi