domenica 17 novembre 2019
Logo Identità Insorgenti

I dettagli di Napoli: Santa Maria dei Miracoli alla Sanità, uno scrigno di tesori

| 5 Novembre 2019

Alla Sanità, nell’omonima piazza che ne prende il nome, c’è la stupenda basilica di Santa Maria dei Miracoli. E’ un vero e proprio scrigno di tesori in uno dei quartieri più popolari e colorati della città. Il tempio è stato costruito nel ‘600 in quella che, all’epoca, era una zona quasi esterna all’antica città greco-romana. Prima amministrato dai padri riformati di San Lorenzo e, successivamente, dal Pio Monte della Misericordia, l’associazione caritativa nobiliare che conserva, ad oggi, un incredibile patrimonio di capolavori. Il Pio Monte, durante la sua gestione, ha varato un corposo intervento di restauro e ampliamento che è stato diretto da Francesco Antonio Picchiatti, ingegnere che ha lasciato la propria firma su molte costruzioni dell’epoca tra cui lo scalone d’onore a Palazzo reale, San Gregorio Armeno e Sant’Agostino alla Zecca oltre che della chiesa della Croce di Lucca oggi priva dell’abside a seguito delle demolizioni volute dal sindaco Miraglia per la realizzazione del Policlinico. Prima dell’incarico relativo alla basilica di Santa Maria dei Miracoli proprio il Picchiatti aveva diretto il completamento di tutto il complesso del Pio Monte. La chiesa contiene i decori di Giovan Domenico Vinaccia che, nello stesso periodo, aveva disegnato l’altare maggiore di Sant’Anna dei Lombardi, poi realizzato dai fratelli Ghetti, autori del monumento funebre del cardinale Innico Caracciolo in Duomo. Buona parte delle pitture sono di Andrea Malinconico, l’allievo preferito da Massimo Stanzione.  Il gesuita Luigi Lanzi nella sua Storia pittorica della Italia del 1822 descrive i lavori di Malinconico come “tutto è dipinto con amore e da valentuomo, e con una freschezza di colori maravigliosa”. Gli affreschi del pronao, invece, sono del torinese Giovan Battista Benaschi, due tele sono opera di giganti quali Andrea Vaccaro e Luca Giordano mentre il Crocifisso è di Nicola Fumo: il più importante scultore ligneo del barocco napoletano. Insomma, una visita a Santa Maria dei Miracoli val bene una bella passeggiata!

A cura di Luciano Troiano

Un articolo di Luciano Troiano pubblicato il 5 Novembre 2019 e modificato l'ultima volta il 5 Novembre 2019

Articoli correlati

Abruzzo | 4 Aprile 2019

IN ABRUZZO

Sanità, tasse alte e liste d’attesa infinite

Eventi | 13 Dicembre 2017

TomboliAMO: la prima tombolata radiofonica di beneficenza

News | 25 Luglio 2017

Blitz nel rione Sanità: nove gli arresti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi