domenica 26 maggio 2019
Logo Identità Insorgenti

I dettagli di Napoli: Vincenzo Gemito e la terracotta Michetti

| 6 Marzo 2019

“Egli aveva nome Vincenzo Gemito. Era povero, nato dal popolo; e all’implacabile fame dei suoi occhi veggenti, aperti sulle forme, si aggiungeva talora la fame bruta che torce le viscere. Ma egli, come un Elleno, poteva nutrirsi con tre olive e con un sorso d’acqua”. E’ la descrizione, forte, potente e intensa che Gabriele d’Annunzio ha fatto di uno dei più importanti artisti napoletani. Gemito, di origini modeste, formatosi fuori dagli schemi dell’accademia, ha dato forza vitale alle proprie opere come L’acquaiolo o Il Pescatorello. Ma non possiamo dimenticare il suo periodo più fecondo, quei sette anni che vanno dal 1873 al 1880. Nel 1875 ha realizzato la splendida terracotta che rappresenta un giovane artista abruzzese, Francesco Paolo Michetti che, all’epoca, aveva appena 24 anni e che morirà nello stesso anno di Gemito: il 1929. Il ritratto di Michetti è vivo, con i capelli mossi, sopracciglia marcate, lo sguardo magnetico, naso regolare e un pizzetto vezzoso come solo negli anni della gioventù. Oggi, questo capolavoro, che si trova nella Galleria d’arte moderna di Roma è tornato in mostra nel suo ambiente naturale: il piano nobile di Palazzo Zevallos lungo via Toledo.

A cura di Luciano Troiano

Un articolo di Luciano Troiano pubblicato il 6 Marzo 2019 e modificato l'ultima volta il 6 Marzo 2019

Articoli correlati

Identità | 1 Marzo 2019

L’ANNIVERSARIO

Gemito a Parco Grifeo, raccontato (e disegnato) da Francesco Cangiullo

Identità | 1 Marzo 2019

L’ANNIVERSARIO

90 anni senza Vincenzo Gemito: così Raffaele Viviani raccontava del loro incontro

Cultura | 1 Marzo 2019

L’ANNIVERSARIO

90 anni senza Vincenzo Gemito. Il racconto di un incontro con Roberto Bracco

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi