domenica 15 dicembre 2019
Logo Identità Insorgenti

Il Giove cumano che divenne il Gigante di Largo di Palazzo

| 28 Novembre 2019

Quasi dimenticato su una pedana ortofrutticola nel cortile del Mann ecco l’imponente busto di Giove Capitolino, ritrovato a Cuma nei pressi di una masseria che da lui prese il nome di Masseria del Gigante. Ornava la cella del Capitolium cumano insieme a Giunone e Minerva.

Nel 1688 fu trasportato a Napoli per volere del Vicerè don Pedro Antonio d’Aragona, gli vennero aggiunte braccia e gambe e fu posto su una base di marmo posizionata accanto al palazzo vicereale al Largo di Palazzo. Da quel giorno Giove si trasformò nel gigante di palazzo, la strada che menava verso Santa Lucia diventò la salita del Gigante e la fontana dell’Immacolatella (che oggi si trova in via Partenope) venne dal popolo denominata la fontana del Gigante.

Come il Pasquino romano in breve diventò lo strumento usato dal popolo per esprimere i dissensi verso i governanti. Vi si leggevano componimenti e versi polemici e vi si affiggevano piccoli manifesti. Fu nel decennio francese, precisamente nel 1806, che la statua fu rimossa. Il re Giuseppe Bonaparte, mal sopportando le critiche e le ironie popolane fece trasportare la statua nelle scuderie di Palazzo Reale: “lascio la testa al Consiglio di Stato, le braccia ai ministri, lo stomaco ai ciambellani e tutto il resto a re Giuseppe” furono le sue ultime parole. Questo pezzo della storia di Napoli giace oggi dimenticato su una pedana ortofrutticola.

Enzo Di Paoli

Un articolo di Enzo Di Paoli pubblicato il 28 Novembre 2019 e modificato l'ultima volta il 28 Novembre 2019

Articoli correlati

Beni Culturali | 13 Dicembre 2019

LA MOSTRA

Thalassa: al MANN il mare nostrum tra Napoli e Sicilia

Beni Culturali | 29 Novembre 2019

RITORNI

Il restauro del Satiro ebbro, ritornato al Mann dopo un “viaggio” al Getty

Beni Culturali | 4 Novembre 2019

LA NOVITA’

Mann e Pompei, aumentano prezzi e offerte: ora subito più servizi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi