mercoledì 23 gennaio 2019
Logo Identità Insorgenti

In piazza Trieste e Trento la Napoli che ha distrutto Napoli. Il “mappazzone” da Forza Nuova al Pd, in strada solo per contestare de Magistris

NapoliCapitale, Politica | 14 Aprile 2018

Pd, Forza Italia, Lega Nord, Forza Nuova. Un mappazzone distruttivo e pochissima gente per la contromanifestazione di piazza Trieste e Trento. Ottimisticamente (basta contare le capuzzelle delle foto, nella gallery di Federico Hermann) circa 300 persone. L’obiettivo? Uno solo: protestare contro de Magistris. E tentare di far dimenticare le corresponsabilità del debito ereditato dalle precedenti amministrazioni. Tutte a guida Pd.

A onor del vero il partito di De Luca ha lasciato la piazza appena arrivati i componenti di Forza Nuova (poco importa che aveva accettato di dividere la piazza fino a un minuto prima con gli uomini di Salvini). E anche se non ha fatto chissà quale differenza, di fatto  ha mollato la piazza alla Destra dichiarata, che si è limitata a comizi tipo speaker corner nel parco, davanti a una platea scarsissima e composta a maggioranza di over 60. Per noi la piazza sbagliata, senza dubbio.

 

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 14 Aprile 2018 e modificato l'ultima volta il 14 Aprile 2018

Articoli correlati

Criminalità | 18 Gennaio 2019

PIZZAIOLI

Sorbillo incontra Salvini in aeroporto. Da Mario, a Forcella, invece, va il sindaco di Napoli

Criminalità | 16 Gennaio 2019

IL MESSAGGIO

La solidarietà di Januarius: “Attacco vile a un uomo simbolo di Napoli. Gino siamo tutti con te”

Criminalità | 16 Gennaio 2019

L’EDITORIALE

L’attentato alla pizzeria Sorbillo è un attentato alla Napoli che si rimbocca le maniche

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi