lunedì 27 gennaio 2020
Logo Identità Insorgenti

KBirr si veste da PullicenHell, una birra esclusiva made in Naples per AVPN

Agroalimentare | 16 Gennaio 2019

Il micro birrificio napoletano Kbirr di Fabio Ditto presenta PullicenHell, la nuova birra realizzata in esclusiva per l’Associazione Verace Pizza Napoletana: una Golden Ale prodotta nel classico formato da 33 cl, gradazione di 5,2 colore chiaro tendente al dorato con schiuma bianca e persistente, profumi di frutta esotica e lime e un aroma intrigante in perfetto abbinamento con la verace pizza napoletana. Antonio Pace presidente di AVPN dichiara: “L’idea di PullicenHell nasce dalla volontà dell’Associazione di creare una birra in grado di sposare i nostri stessi valori, garantendone la riconoscibilità a livello internazionale”.

Il progetto nasce dalla sinergia tra i maestri pizzaioli dell’Associazione, lo stile di Kbirr e l’ingegno dell’artista Pasquale Manzo che ne firma l’etichetta dove protagonista è Pulcinella, icona di Napoli nel mondo e logo dell’AVPN. Il nome è un chiaro rimando alla tradizione partenopea: in dialetto, infatti, Pulcinella si pronuncia Pullicenell (senza la A finale) ma, al tempo stesso, Hell significa in tedesco birra chiara.

PullicenHell debutterà a Roma in occasione della presentazione delle Olimpiadi della Vera Pizza Napoletana e a Napoli il 17 gennaio – Giornata mondiale dei pizzaioli – presso la sede principale dell’AVPN (via Capodimonte 19) e in coincidenza con la festa del focarone di Sant’Antonio, protettore dei pizzaioli.

KBIRR – Festosa nel linguaggio, rigorosa nel metodo di produzione, Kbirr (da Caspita che birra!) è un progetto tutto napoletano nato da un’idea di Fabio Ditto general manager di Loco for Drink, azienda leader in Campania nel settore della distribuzione e importazione della birra di alta gamma. Dopo un attento studio e varie “cotte” condotte con il maestro birraio Achille Certezza, Ditto trova la ricetta perfetta per creare una birra artigianale e di qualità in Campania. La PullicenHell, in esclusiva per AVPN, si aggiunge alle produzioni delle già note Natavota, Jattura, Paliat, Cuoredinapoli e Natavota Red.

Un articolo di Lucilla Parlato pubblicato il 16 Gennaio 2019 e modificato l'ultima volta il 16 Gennaio 2019

Articoli correlati

Agroalimentare | 20 Gennaio 2020

BIO-SUD

Imprese biologiche certificate: il 52% è nel mezzogiorno

Agroalimentare | 2 Dicembre 2019

ANNIVERSARI

Pizzaiuoli di Napoli patrimonio Unesco: un calendario di eventi li celebra

Agroalimentare | 7 Novembre 2019

LA SFIDA

14 mastri pasticceri reinterpetano il Raffiolo per l’VIII edizione dei dolci delle feste

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi