sabato 17 aprile 2021
Logo Identità Insorgenti

La pizza “mutanda”: la solidarietà del “22” alla Pignasecca ai commercianti in protesta

Attualità | 7 Aprile 2021

Come vi abbiamo raccontato in altra parte del giornale, sono molti i commercianti e i ristoratori ridotti letteralmente in mutande da un anno di restrizioni e pochi fondi ricevuti per superare la crisi. Napoli conta già molti esercizi chiusi per sempre, pezzi spesso storici di un’economia ridotta in brandelli.

A risentirne, oltre alla filiera alimentare, è la Cultura ad ogni livello, soprattutto se si considera che la cucina mediterranea partecipa del patrimonio nostrano.

Ecco perché, tra il serio ed il faceto, abbiamo chiesto la collaborazione di Giovanni Improta che gestisce la storica pizzeria “Al 22” in Pignasecca. Cogliendo l’occasione che vede la biancheria intima come uno dei motivi per alcuni commercianti di non abbassare le saracinesche, vogliamo lanciare una provocazione “culinaria” ai nostri governanti, invitandoli a trovare rimedi più efficaci e costruttivi per non vedere definitivamente affossata l’economia locale e nazionale.

 

Ph e testo Sergio Valentino

Un articolo di Sergio Valentino pubblicato il 7 Aprile 2021 e modificato l'ultima volta il 7 Aprile 2021

Articoli correlati

Attualità | 16 Aprile 2021

De Luca: seguire una linea di rigore e attenzione sociale

Attualità | 16 Aprile 2021

Fondazione Ravello, Francesco Maria Perrotta è il nuovo presidente

Attualità | 16 Aprile 2021

Cinquecento sindaci del Sud al governo: Recovery Fund, il 40 per cento dei fondi non basta