fbpx
sabato 11 luglio 2020
Logo Identità Insorgenti

Movida “sporca”. Via Aniello Falcone è un monnezzaio

Attualità | 17 Ottobre 2017

Sono di questi giorni cronache allucinanti di violenza legate alla movida, stavolta a via Aniello Falcone. Paolo Chiariello, giornalista di Sky, posta sul suo profilo alcune foto della strada, che si riduce ogni notte in discarica. E di domanda: “Provare a ragionare con i titolari dei locali su come garantire il decoro di quello strada (la monnezza è tutta loro), la quiete dei residenti sarebbe sbagliato? Qui non si deve vietare, non si deve reprimere nulla e nessuno. E però la mia libertà non è anarchia e si ferma là dove mette in discussione la libertà degli altri. Io davvero non so come vive la gente in via Falcone perché non abito lì. Sento pero la frustrazione, la rabbia, la delusione di persone che sono di una mitezza che davvero è  rara. Il problema c’è ovunque a Napoli ci sono locali e movida. Si può e si deve garantire a tutti serenità e decoro. E queste cose le assicura lo Stato in ogni sua articolazione. Lo fa con autorevolezza, non con autorità. Ma se serve anche con la forza”.

Noi siamo d’accordo. Non siamo per la chiusura dei locali ovviamente. Ma chi riduce le strade così secondo voi cosa meriterebbe???

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 17 Ottobre 2017 e modificato l'ultima volta il 17 Ottobre 2017

Articoli correlati

Attualità | 6 Luglio 2020

PORTO DI NAPOLI

Il cantiere della nuova stazione marittima del Beverello tra caos e riqualifica urbana

Attualità | 3 Luglio 2020

LA POLEMICA

Palazzo Alto di Napoli Centrale: nessun vincolo dalla Soprintendenza

Attualità | 26 Giugno 2020

LA RIVOLTA BULGARA

La verità sugli “schiavi” di Mondragone, dove la zona rossa è l’ultimo dei problemi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi