fbpx
giovedì 4 giugno 2020
Logo Identità Insorgenti

Poste italiane, rifiuti abbandonati sul marciapiede di via Poggioreale

| 15 Febbraio 2020

Il Gruppo Poste Italiane costituisce la più grande rete di distribuzione di servizi in Italia. Con 157 anni di storia, una rete di oltre 12.800 Uffici Postali, circa 130 mila dipendenti, 514 miliardi di euro di attività finanziarie totali e circa 35 milioni di clienti, è parte integrante del tessuto sociale e produttivo del Paese, e tra i suoi maggiori azionisti troviamo il ministero dell’Economia – con una quota del 29,26% – e Cassa depositi e prestiti – con una quota del 35%.

Eppure, uno dei suoi uffici postali, quello sito in via Nuova Poggioreale 161 H a Napoli, consente che i rifiuti prodotti durante la giornata, naturalmente non differenziati, vengano abbandonati ogni sera sul marciapiede a intralciare il traffico pedonale. Un’usanza che si ripete puntualmente quando cala la sera, poco prima della chiusura della filiale del quartiere di Poggioreale.

Lo ribadiamo ancora una volta, si legge nel post pubblicato dalla pagina Differenziamoci – Raccolta differenziata a Napoli: si tratta di rifiuti abbandonati in strada; poiché i contenitori della differenziata non rappresentano un elemento di decoro urbano per la città ma – piuttosto – servono per il conferimento della spazzatura.

 

Un articolo di Antonio Corradini pubblicato il 15 Febbraio 2020 e modificato l'ultima volta il 15 Febbraio 2020

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi