fbpx
mercoledì 15 luglio 2020
Logo Identità Insorgenti

Premio Tenco: tutti i napoletani finalisti. Foja candidati al miglior album in “dialetto”. Blindur alla miglior opera prima

Identità, Lingua Napoletana, Musica | 14 Giugno 2017

Come sempre la musica made in Naples invade il Premio Tenco 2017, che si svolge a Sanremo dal 19 al 21 ottobre: in finale ci sono i Foja, Canio Loguercio con Alessandro D’Alessandro, Teresa De Sio e Blindur. Il quintetto guidato da Dario Sansone, gareggia col disco “’O treno che va” mentre il duo Loguercio/D’Alessandro con “Canti, ballate e ipocondrie d’ammore”: gareggiano per il migliore album in dialetto (in lingua napoletana in realtà). Per l’opera prima ecco il debutto del duo Blindur, al secolo Massimo De Vita e Michelangelo Bencivenga, con l’album omonimo. Nella sezione “Interpreti di canzoni non proprie”, infine, c’è Teresa De Sio, con “Teresa canta Pino” album di cover di Pino Daniele. Per la categoria “Migliore canzone singola” gareggiano ancora Canio Loguercio e Alessandro D’Alessandro, con la “Ballata dell’ipocondria (o del vibrione innamorato)”.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 14 Giugno 2017 e modificato l'ultima volta il 14 Giugno 2017

Articoli correlati

Basilicata | 2 Luglio 2020

FESTA MANCATA

Il surreale 2 luglio di Matera: per la prima volta “la Bruna” senza “strazzo”

Identità | 30 Giugno 2020

SI PARTE DAL DUOMO

San Gennaro, al via l’iter per il riconoscimento Unesco del “Culto e Devozione a Napoli e nel mondo”

Identità | 30 Giugno 2020

STEVEMO SCARZE

Mondragone respinge Salvini: “Via la Lega dal Sud”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi