giovedì 14 novembre 2019
Logo Identità Insorgenti

Un murale ad Andria legato al dramma dell’emigrazione interna

Arte | 4 Novembre 2019

E’ volutamente disegnato senza testa, con la valigia in mano mentre attende il bus che lo porterà al Nord.

E’ “Ritornerai”, l’opera di street art realizzata nella periferia di Andria, in viale Ovidio, da Daniele Geniale: è dedicata al tema dell’emigrazione interna, a chi è costretto a lasciare la propria terra, in genere parliamo di Mezzogiorno, per ragioni di lavoro.

Il murale è situato a pochi metri dalla stazione di partenza delle compagnie di autobus privati che partono per il Nord.

E spiega il suo autore: “Un pugno nello stomaco per tutti quelli che sono rimasti qui, ma che spero possa essere motivo di riflessione per tutti. Non ho voluto dare un genere né sentimenti al racconto delle migrazioni dal Sud, volendo solo constatare che la gente migra… Dalle foto in bianco e nero anni 50 dalle quali si capivano i sentimenti e le emozioni che i migranti del mezzogiorno provavano ad oggi non è cambiato un granché – spiega sulla sua pagina fb –  Da qui, dalla mia città, dal Sud Italia la gente continua ad andarsene sperando di tornare quando le cose saranno migliorate. Ogni bus, treno, auto o aereo preso per le mie innumerevoli partenze mi hanno spinto a cercare una risposta al solito quesito del ritorno. Io l ‘ho fatto e sono molto orgoglioso di aver avuto la possibilità di parlare di quello che migliaia di persone della mia terra vivono sulla propria pelle.
Cambiano le pose, i generi, l’abbigliamento e i linguaggi ma la realtà ci riporta alla solita sostanza. Da qui la gente va via senza sapere cosa ne sarà del proprio futuro. Questo muro è un pugno nello stomaco per tutta la comunità. A partire dai genitori, fino al gruppo degli amici. Spero possa essere un motivo di riflessione per tutti”.

Il murale è finanziato dalla Regione Puglia con il bando regionale Open call – Street art: 600mila euro dedicate a opere di arte urbana.

Un articolo di Lucilla Parlato pubblicato il 4 Novembre 2019 e modificato l'ultima volta il 4 Novembre 2019

Articoli correlati

Arte | 13 Novembre 2019

LA MOSTRA

A Santa Luciella ai librai la personale di Nicholas Tolosa

Arte | 4 Novembre 2019

A ROMA

“Kardietà” del calabrese Ferragina: performance contro la cultura della morte

Arte | 18 Ottobre 2019

ALLA SANITA’

Il murale sull’ascensore firmato dal filippino Jerico Cabrera Carandang

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi