sabato 7 dicembre 2019
Logo Identità Insorgenti

Venezia, premio Pasinetti ai Manetti Bros con Ammore e Malavita. Premio anche per la Gatta Cenerentola

Cinema | 9 Settembre 2017

Il premio Francesco Pasinetti è stato tributato al film sorpresa di Venezia 74, Ammore e malavita., al quale è andato anche il riconoscimento tradizionalmente riservato agli attori, per il cast composto da Giampaolo Morelli, Serena Rossi, Claudia Gerini, Carlo Buccirosso, Raiz, Franco Ricciardi e Antonio Buonomo. Nel segno dell’attenzione alle nuove proposte, i giornalisti cinematografici Sngci hanno assegnato premi speciali, tra i film italiani presentati alla Mostra, a due titoli interessanti non solo per la qualità artistica ma anche per l’operazione produttiva: Gatta Cenerentola e Nico, 1988 di Susanna Nicchiarelli.

Il Premio OPEN, Premio Speciale Collaterale alla 74. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, è stato attribuito a Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Dario Sansone per il film “Gatta Cenerentola”

Il riconoscimento è assegnato ad un regist, che con la sua opera riveli, in maniera inedita, un fertile interesse verso la seducente tematica della mutua interazione tra arte e cinema, due forme artistiche che vivono d’immagine e si nutrono del desiderio di tradurre emozioni.

La giuria internazionale di studenti universitari della rete UNIMED – Unione delle Università del Mediterraneo, presieduta dal Prof. Antonio Falduto, ha così motivato la scelta: “Gatta Cenerentola rivisita un testo della tradizione letteraria italiana impiegando le tecniche più innovative dell’animazione. Il risultato è un’originale unione di temi sociali e ambientazioni futuristiche immersa in un’atmosfera steam punk. A fare da eco a questa diversità visiva, una musica sapientemente studiata per armonizzare note tipiche della canzone napoletana a sonorità jazz e post-moderne. Gatta Cenerentola riscatta inoltre l’utilizzo del dialetto napoletano inaugurando di fatto una nuova auspicabile tradizione del cinema d’animazione italiano. La riscrittura di una fiaba pluricentenaria, il sapore squisitamente pittorico delle immagini, la ricercatezza della colonna sonora, la scelta di una lingua preziosa omaggio a una delle più prestigiose tradizioni teatrali e letterarie scrivono l’alto valore artistico di Gatta Cenerentola.”

Il Premio OPEN 2017 è un’opera ideata e realizzata dall’artista Gabriele Polidori.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 9 Settembre 2017 e modificato l'ultima volta il 9 Settembre 2017

Articoli correlati

Cinema | 10 Novembre 2019

IL PREMIO

Selfie, il film sui ragazzi di Rione Traiano, candidato agli Efa come miglior docu

Cinema | 1 Novembre 2019

LA RASSEGNA

Accordi e disaccordi: 86 cortometraggi e docu al Pan a ingresso gratuito

Cinema | 29 Ottobre 2019

LA RASSEGNA

A L’Asilo il Cinema Civile Meridionale: sei film che raccontano il sud e incontro con i registi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi