domenica 22 settembre 2019
Logo Identità Insorgenti

Grand Tour – Il Tunnel Borbonico

Grand Tour, Rubriche | 25 Novembre 2014

Tunnel-Borbonico-NapoliViaggio al centro della terra, o meglio, viaggio al centro di Napoli. Per chi avesse letto il famoso libro di Jules Verne, la discesa nelle viscere della città partenopea per mezzo di una scala ritagliata nel tufo ricorderà senz’altro l’impareggiabile avventura narrata dallo scrittore francese. Il viaggio inizia in un basso napoletano, lì dove prima della sensazionale riscoperta persisteva un ambulatorio veterinario molto conosciuto nella zona. Da quel cunicolo riemerso dal nulla si accede alla Napoli antica, “l’altra parte di Napoli”. Perché Parthenope possiede da sempre un risvolto, identificabile in ogni sua epoca e in ogni sua stratificazione tufacea.

Il Tunnel Borbonico fu voluto da Re Ferdinando II di Borbone che, per meglio dormire la notte, commissionò la costruzione di un passaggio segreto che gli consentisse di evacuare il Palazzo Reale in gran segreto e con tanto di corte al seguito. Questo può far immaginare la maestosità del progetto portato avanti dall’architetto Errico Alvino, che nel mettere in pratica il pretenzioso progetto reale diede dimostrazione delle sue grandi capacità architettoniche. Il progetto venne interrotto a pochi metri dal termine orientale per alcuni problemi morfologici, in seguito, a causa delle vicende risorgimentali fu definitivamente abbandonato fino ad essere riesumato dal Genio Militare durante la Seconda Guerra Mondiale. Il Tunnel e le sue ampie sale-cisterne divennero ricovero anti-aereo del popolo, per poi trasformarsi in deposito giudiziario e infine parcheggio negli anni 70-80.

Le visite al Tunnel Borbonico sono ben organizzate e suddivise in tre diversi percorsi: percorso Standard, percorso Avventura e percorso Speleo. La guida vi accompagnerà in un luogo magico e ricco di memorie, avrete modo di stupirvi, di sorridere e finanche di emozionarvi alla vista di alcune carrozzine sopravvissute alla guerra, cimeli di un tempo recente e dallo smisurato impatto emotivo. Un viaggio che vi consentirà di conoscere “l’altra” Napoli.

Apertura e orario visite:

Venerdì, sabato, domenica, festivi:  10,00 – 12,00 – 15,30 – 17,30.

Prezzi: 10 euro percorso standard.

Durata: 1 ora e 15 minuti.

Come arrivarci:

Dalla stazione: taxi, fermata Toledo/Municipio Linea 1, R2;

Dall’aeroporto: taxi;

Dal porto: attraversando piazza Municipio fino a raggiungere piazza Plebiscito.

Per maggiori informazioni: +393662484151 – 0817645808 – [email protected][email protected]

Diventa fan del Vaporetto, clicca qui e seguici sulla nostra pagina!

Un articolo di Antonio Corradini pubblicato il 25 Novembre 2014 e modificato l'ultima volta il 25 Novembre 2014

Articoli correlati

Beni Culturali | 21 Settembre 2019

LA MOSTRA

Inaugurata al Museo di Capodimonte Napoli Napoli: di lava, di porcellana e di musica

Eventi | 20 Settembre 2019

OPEN HOUSE

Arriva a Napoli il primo festival internazionale dell’architettura e del design

Identità | 19 Settembre 2019

MIRACOLO DI SAN GENNARO

Quell’inutile e odioso scetticismo di chi non crede

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi