martedì 16 luglio 2019
Logo Identità Insorgenti

Esami truccati al concorso della Guardia di Finanza: arrestati due marescialli accusati di corruzione

News | 3 Maggio 2017

NAPOLI, 3 MAGGIO – Soldi in cambio di un posto nell’ambitissimo corpo della Guardia di Finanza, una piaga che aleggia come un’ombra su ogni concorso, e che ha provocato la condanna penale e il licenziamento immediato di due funzionari del corpo nazionale.

Due finanzieri sono stati infatti accusati dal giudice Tommaso Perrella di corruzione per aver intascato una mazzetta in cambio di aiuti per superare la commissione esaminatrice del concorso. 50 mila euro in contanti che un ex maresciallo in pensione avrebbe consegnato ai due marescialli della Guardia di finanza per l’ammissione della figlia al corso per allievi sottufficiali nell’anno accademico 2015/2016.

Un tentativo che però si infranse dinanzi alla commissione durante le prove orali della giovane concorsista. La ragazza fu infatti bocciata e i soldi versati furono in parte rimborsati dai due marescialli.

Un articolo di Il Vaporetto pubblicato il 3 Maggio 2017 e modificato l'ultima volta il 3 Maggio 2017

Articoli correlati

Attualità | 10 Luglio 2019

ILVA TARANTO

Nulla di fatto al vertice Mise, intanto la Procura spegne l’altoforno 2

News | 17 Maggio 2019

Parco della Marinella, entro l’anno i lavori di riqualificazione

News | 16 Maggio 2019

VIDEO | Accorinti, già sindaco di Messina: “Salvini? Un nazi-fascista”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi