lunedì 16 settembre 2019
Logo Identità Insorgenti

Hollywood arriva a Napoli: una mostra per ricordare il cinema del dopoguerra

Eventi | 3 Maggio 2018

Nell’ambito del programma culturale “Maggio dei monumenti”, sarà inaugurata oggi al Pan (ore 17.30) la mostra fotografico-documentaria “Hollywood” 1945-1952. Storie e segnali dal pianeta Hollywood”, a cura di Orio Caldiron e Matilde Hockhofler.

Realizzata dalla rivista “Quaderni di Cinemasud” per il Festival internazionale del cinema “Laceno d’Oro”, si tratta della prima mostra in Italia interamente dedicata a “Hollywood”, il periodico cinematografico più popolare e diffuso nei primi anni del dopoguerra, che contribuì fortemente a diffondere il mito del cinema made in Usa , senza però trascurare le nuove tendenze (a partire dal Neorealismo) e i giovani registi e attori protagonisti della rinascita del cinema italiano.

Hollywood, diretto da Adriano Baracco, esce a Milano dal 18 settembre 1945 fino al 31 dicembre 1952, edito da Ottavia Vitagliano: era il tipico rotocalco popolare che seguiva l’attualità e il cinema, realizzando servizi sui film in programmazione, con un’attenzione privilegiata alla vita degli attori.

Come hanno dichiarato i curatori: “la mostra si propone di assumere le illustratissime pagine di “Hollywood” come lo spazio paradigmatico in cui avviene l’incontro/scontro tra cinema italiano e cinema americano, Hollywood e Cinecittà, Italia a Stati Uniti”.

Tra le rubriche più apprezzate di Hollywood spicca “Ingresso libero”, dove vengono pubblicate e premiate le recensioni cinematografiche dei lettori, tra cui spiccano futuri critici o registi come Vittorio Taviani, Fabio Rinaudo, Ermanno Comuzio, Guido Fink, Giacomo Gambetti, Adelio Ferrero, Ernesto G. Laura.

Il percorso iconografico è articolato in 30 pannelli di grandi dimensioni dove vengono presentati con immagini e testi d’autore i divi e i generi del cinema hollywoodiano dell’epoca d’oro, come la commedia, il western , i musical e i film d’avventura. Particolare rilievo è dato alle star di quel periodo: Humphrey Bogart, Ava Gardner, Gary Cooper, John Wayne, Fred Astaire, Ginger Rogers e altre ancora.

Realizzata con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, hanno collaborato alle ricerche del materiale documentario Enrico Lancia, fotografo e storico del cinema, Alessandro Poggiani, studioso di cinema, e Paolo Speranza, storico del cinema e direttore di “Quaderni di Cinemasud”.

La mostra si propone quindi come un evento utile non solo a rievocare gli antichi fasti di un cinema immortale, ma a riaccendere il dibattito su quella potente “macchina dei sogni” che è il cinema, capace di creare miti, di accendere sogni e desideri, plasmando un immaginario comune e condiviso, dove ciascuno può riconoscere o inventare se stesso.

La mostra è in programma al PAN fino al 14 maggio a ingresso gratuito.

Un articolo di Il Vaporetto pubblicato il 3 Maggio 2018 e modificato l'ultima volta il 3 Maggio 2018

Articoli correlati

Eventi | 12 Settembre 2019

L’ANTEPRIMA

“Meno influencer, più Bud Spencer”. A Palazzo Reale si celebra Carlo Pedersoli, napoletano per sempre

Eventi | 9 Settembre 2019

ALL’EX BASE NATO

Ai nastri di partenza la prima edizione del Napoli Horror Festival

Eventi | 7 Settembre 2019

BUFALA FEST

Le Centenarie incontrano i bambini della Fondazione Fabozzi per una domenica di pizza e solidarietà

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi