mercoledì 21 novembre 2018
Logo Identità Insorgenti

I LUOGHI DEI BASTARDI

Terminato l’itinerario delle sei puntate: ne abbiamo individuati 126

Beni Culturali, Cultura, Identità, NapoliCapitale, Seconda Slide | 8 febbraio 2017

Abbiamo fatto un gioco tra noi della redazione di Identità Insorgenti. Con Francesco Busco, Annalisa Guida e Lorenzo Pierleoni ci siamo rivisti le prime cinque puntate dei Bastardi di Pizzofalcone e abbiamo inviduato oltre novanta  luoghi. Alcuni si ripetono naturalmente, altri non siamo stati capaci di riconoscerli, altri ancora sono “insospettabili”. Non immaginavamo che ci avreste risposto in tanti, aiutandoci a correggere e a riconoscere quelli che non abbiamo individuato, ad aggiungerne ancora alcuni, a cercarli insieme a noi. Vi invitiamo a giocare ancora, domani, nell’ultima puntata, che andrà in onda lunedì 6 febbraio come sempre alle 21 su Rai Uno. Prossimamente la casa di produzione dei Bastardi farà una vera e propria guida, cartacea e video dei luoghi di Napoli che si vedono nella fiction. Lunedì scorso ancora boom di ascolti per la serie. Il quinto episodio della serie tv ambientata a Napoli è stato visto da 6.600mila persone per il 26,7% di share. Sbaragliata dunque la concorrenza dell’esordio stagionale dell’Isola dei Famosi su Canale 5. “I tecnici mi parlano di un vero e proprio trionfo, a questo punto. Come si dice dalle mie parti, i numeri so’ numeri. Grazie a tutti” è il commento dello scrittore Maurizio de Giovanni, autore dei romanzi dai quali è tratta la fiction con Alessandro Gassmann, Massimiliano Gallo e Carolina Crescentini. (Lucilla Parlato)

 


PRIMA PUNTATA

1 –  00.01.05 – Piazza dei Martiri (ex commissariato Lojacono)

 

 

2 – 00.02.24 – Via Egiziaca a Pizzofalcone (commissariato Bastardi)

 

3 – 00.06.50 – Via Alabardieri

 

4 – 00.07.02 – Trattoria da Letizia, Rampe San Giovanni Maggiore (in realtà il locale è la Taverna dell’arte)

 

5 – 00.11.08 – Piazza Bovio (veduta dall’alto)

 

6 – 00.12.09 – Via Santa Lucia (casa vittima)

 

 

7 – 00.20.50 – Via Francesco Saverio Correra

 

8 – 00.23.34 – Abitazione di Lojacono piazza Grande Archivio e Chiesa Santa Maria Stella Maris

 

9 – 00.26.01 – Piazza del Plebiscito

 

10 – 00.26.38 – Gran Caffè Gambrinus

 

11 -00.29.20 – Piazza Matteotti (Questura nella fiction, ex Provincia e oggi sede città Metropolitana nella realtà)

 

12 – 00.36.38 – Viale Gramsci (ufficio del notaio)

 

13 – 00.42.04 – Murales con stelle marine sulle scale che dal vico Mastellone (Piazza Dante) portano a Salita Pontecorvo.

 

14 – 00.45.24 – Villa Gallotti – Sullo sfondo Giuseppone a Mare e Riva Fiorita

 

15 – 00.46.50 – Rotonda di via Nazario Sauro

 

16 – 00.58.00 – Via Piedigrotta/Via Jan Palach (finto alloggio di Aragona)

 

17 – 01.01.52 – San Martino

 

18 – 01.10.36 – Mergellina – Via Caracciolo

 

19 – 01.11.06 – Via Manzoni, di fronte a Villa Diamante. Segnala la lettrice  Nunzia Lavezza che si tratta dell’edificio INAIL di Di Salvo e Amicarelli.

 

20 – 01.22.53 – Renaissance Naples Hotel Mediterraneo – Via Ponte di Tappia (alloggio di Aragona)

 

21 – 01.23.24 – Via San Gregorio Armeno/Via San Biagio dei Librai (negozio di palle di vetro)


SECONDA PUNTATA (ovviamente si ripetono tre location della prima: il commissariato, la casa di Lojacono e la Trattoria, che non inseriamo)

 

 

22 – Casa assassine, sorelle Filangieri (Parco Grifeo, Villa Livia) (ai minuti: 3′ 18”, 4′ 20”, 5′ 30”, 6′ 37”, 12′ 58”)

 

23 – 15’36” Quella che nella fiction è la Questura di Napoli in realtà è l’ex palazzo della Provincia, oggi sede della Città metropolitana, a piazza Matteotti (segnalazione Marilena Amalfitano)

 

24 – 23′ 26” Casa vittima 1 “Vincenzo Ramaglia” Largo Tarsia

 

25 – 28′ 05” Certosa S. Martino (e poco prima immagini del Chiostro Grande)

 

 

26 –  36′ 35” GAMBLE scommesse Poggioreale – Piazza Salvatore Lobianco Rione Luzzatti (segnalazione SavioEnjoy Castello, Gino Scarpato)

 

 

27 – 47′ 53” Ufficio Polizia  Centro Direzionale. Segnala la lettrice Imma Mancini che sono gli uffici della regione al centro direzionale isola C3.

 

28 – 48′ 26” Coroglio: slargo parcheggio

 

29 – 54′ 39” Pensavamo fosse il carcere  di Poggioreale. Invece è un ex istituto di detenzione ora in possesso della regione e in disuso. Essendo internamente simile a Poggioreale spesso viene usato per le serie TV. Usato anche per la serie Gomorra, per le scene di Don Pietro. È situato nel quartiere Materdei sulla salita San Raffaele una traversa di Via Imbriani. (segnalazione di Davide R. Di Guida)

30 – 56′ 20” Metro linea 1 stazione Toledo interno

 

31 – 1h 5′ 20” Circolo “Alba Rossa” Circolo velico Savoia

 

32 – 1g 18′ 20” Piazza Sannazaro

 

33 – 1h 18′ 27” “GOLDEN Gate discoteca”  a Via Campana 233 a Pozzuoli (segnalazione Sergio Martoscia) e anche le scene interne a seguire (segnalazione Enzo Palepoli)


TERZA PUNTATA (anche qui non ripetiamo le location ripetute nelle precedenti puntate)

34  – 00:03:02 FONTANA DELLA SELLARIA IN PIAZZETTA DEL GRANDE ARCHIVIO

 

35 – 00:04:37 RAGAZZO CHE CAMMINA SU VIA VERGINI E CHE ENTRA NEL PALAZZO DELLO SPAGNOLO.

 

36 – 00:04:42 PALAZZO DELLO SPAGNOLO CHE NELLA FICTION VIENE PERò IDENTIFICATO IN VIA MONTE DI DIO.

 

37 – 00:20:08 BOTTEGA DEL PERSONAGGIO VINCENZO MARINO IN VIA FIGURARI
38 – 00:27:37 TERRAZZA DELLA CERTOSA DI SAN MARTINO.

 

39 – 00:59.15 La casa di Musella. Molti lettori ci segnalano che anche questa è villa Belvedere, gli interni. E’ in realtà la casa della pittrice della affascinante decana della pittura napoletana Tullia Matania (segnalazione Giuliana Giliberti)
40 – 01:02:47 PIAZZA DEL GESù E GUGLIA.

 

41 – 01:05:23 PIAZZA MATTEOTTI, VIA GUANTAI NUOVI E VIA DIAZ.

 

42 -01:06:28 TERRAZZA DELL’HOTEL MEDITERRANEO.

 

43 – 01:09:29 GIARDINI DEL SUOR ORSOLA E INGRESSO.

 

44 – 01:10:31 TERRAZZA DEL SUOR ORSOLA.

 

45 – 01:23:07 LUOGO DELL’ INCONTRO TRA PALMA E OTTAVIA, a Pizzofalcone, Palazzo Carafa, archivio storico sez militare, alias il commissariato. (segnalazione Gino Scarpato, Serena Greco)

 

46 – 01:31:57 VICO FIGURARI.

 

47 – 01:38:12 Molo Pisacane, Sedile di Massa (segnalazione Maria Nocerino)

 

48 – 01:40:54 VILLA BELVEDERE (segnalato da Luca Pagano e altri)

 


QUARTA PUNTATA

 

49 – 4′ 15” Casa vittima “via Egiziaca 5” ?
50 – 9′ 10”Terrazza stesso edificio casa vittime in via Santa Teresa (casa dei fotografi Mario Laporta e Roberta Basile, come segnala Maria Nocerino)

 

51 – 14′ 28” Lojacono cammina per via Bisignano

 

52 – 14′ 30” Lojacono incontra Chanel, amica della figlia, a via Carlo Poerio

 

53 – 16′ 32” Casa PM Piras: Villa Gallotti (su segnalazione di Beatrice Gaglione. Noi l’abbiamo confusa con Villa Volpicelli la stessa di “Un posto al Sole”)

54 – 17′ 43′ ’29’ 42” Ex Lanificio

 

55 – 19′ 49” Casa di “Nick” Domenico Foti, fidanzato di una delle due vittime. Si tratterebbe di via Toledo 429 (segnalazione Marianna Mundo)
56 – 35′ 40” Università Monte S. Angelo

 

57 – 37′ 46” Casa Ispettrice della Polizia Scientifica – via Posillipo 406 (di fronte il bagno Elena) – segnalata da Raimondo de Bartolomeis

 

58 – 41′ 33” Aula Università Monte S. Angelo

 

59 – 43′ 06”;  1h 35′ 45” “Laboratorio Biotecnologie” Monte S. Angelo

 

60 – 57′ 3” 1h 11′ 07” Cortile palazzo appostamento Pisanelli (ancora Villa Belvedere)

 

61 – 57′ 50” Gradini tra via Pallonetto a S. Lucia e via Serapide

 

62 – 58′ 10”Casa vice Questore Palma: Via Cimarosa, adiacenze piazza Fuga

 

63 – 1h 1′ 20” Chiesa funerali vittime: S. Anna dei Lombardi a Monteoliveto

 

64 – 1h 5′ 6 Camminata Varricchio (padre vittime) seguito da Lojacono: via Torino, zona ferrovia (segnalazione SavioEnjoy Castello)

 

 

65 – 1h 15′ 28” Stazione Centrale

 

66 – 1h 18′ 22” Esterno galleria stazione garibaldi

 

67 – 1h 23′ 19” Esterno casa genitori della moglie di Romano. Zona non identificata

 

68 – 1h 43′ 30” Interno galleria stazione Garibaldi


 

QUINTA PUNTATA

69 – 03’06” Complesso di Sant’Eligio

70 – 03’55” Chiostro Sant’Eligio

71 – 07’18” Esterno Chiesa Sant’Eligio

72 – 24’56” Interno Chiesa Sant’Eligio

73 – 29′ 32” Porta Capuana

74 – 29’46” Porta Capuana e Santa Caterina a Formiello

75 – 29’57” Via Cesare Rosaroll

76 – 42’19”  Palazzo in Via Saverio Correra

77 – 42’40” Galleria Borbonica

78 – 42′ 51” Uscita Garage in Via Saverio Correra, (nei pressi di piazza Dante) detto anche il ricovero del Cavone. (segnalazione di Alessandro Overa, Carmela Esposito, Sabino Rascio).

79 44’52” Uscita Garage controcampo in Via Saverio Correra, (nei pressi di piazza Dante) detto anche il ricovero del Cavone. (segnalazione di Alessandro Overa, Carmela Esposito, Sabin0 Rascio).

80 – 45′ 30” Via Diaz e Hotel Oriente

81 – 49’01 Indecisi se trattasi ancora di via Saverio Correra o via Toledo. Aiutateci

82 – 49’27”Hall Hotel Mediterraneo Reinassance

83 – Via Giordano Bruno. Sullo sfondo si intravede la Chiesa di S.Antonio a Posillipo

84 – 57′ 45” Maschio Angioino e Teatro San Carlo.

85 – 58’48” Galleria Umberto

86 – 59′ 34”Chiostro di Santa Caterina a Formiello” (attuale sede di Made in Cloister che l’ha ristrutturato, segnalazione Marco Maraviglia)

87 – 1h 7′ 16” Pescheria al Buongustaio del Mare via Miroballo al pendino (segnalazione Valentina Astuto)

88 – 1h 7′ 51” Piazza del Grande Archivio verso via del Grande Archivio

89 – 1h 11’06” Villa Carafa di Belvedere (segnalazione Sarah Bianco, Gino Scarpato)

90 – 1h 12’00” Pallonetto Santa Lucia

91 – 1h 12′ 12” Le scale della chiesa di Santa Maria della Catena dove è sepolto l’ammiraglio Francesco Caracciolo

92 – 1h 12′ 18” Via Santa Lucia

93 – h1 22′ 09” 4” – 1h 22′ 45” Esterno Casa Musella. Villa Belvedere ancora.

93 – Casa Musella, interno, sempre casa-studio di Tullia Matania a Villa Belvedere. Dal 1979 è sede della associazione Matania, centro didattico ma anche un archivio dell’attività di Ugo Matania, che fu illustratore per Eduardo Scarfoglio.

95 – 1h 22′ 59” Scale palazzo dove abita Musella. Sempre Villa Belvedere: anche la scala è ricolma di tavole e sculture: su ogni gradino c’è un gesso, un bozzetto. Dal 1935 la famiglia Matania abita queste stanze che negli anni hanno accumulato frammenti di vite, di tre generazioni, come raccontano ritratti e fotografie appesi alle pareti, alle porte, agli stipiti degli armadi.

96 – 1h 42′ 49” Chiostro Sant’Eligio dall’alto

97 – 1h 44’23”Via Calabritto e sullo sfondo Piazza Vittoria

98 – 1h44’40”Caffetteria o ristorante non identificato

99 – 1h 47’20” Ancora un esterno, l’ultima scena, sul panorama del golfo da Villa Gallotti (segnalazione Beatrice Gaglione).


SESTA PUNTATA

100) 00.03.01 – Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, Portici

101) 00.04.58 – Farmacia Maggiore, via Salvator Rosa

102) 00.11.30 – Via Posillipo 405 (abitazione coniugi Parascandolo)

103) 00.22.54 – Palazzo Cellammare, via Chiaia (abitazione di Eva Borrelli, segnalazione di Roberto Giannino)

104) 00.28.11 – Lojacono passeggia per Piazza Trieste e Trento

105) 00.29.53 – Molo Pisacane, Sedile di Massa

106) 00.36.42 – Palazzo Caracciolo di San Teodoro, Riviera di Chiaia (abitazione di Edoardo Borrelli)

107) 00.39.12 – Visuale di Napoli in prossimità del Molo Pisacane

108) 00.41.13 – Studio Keller, via Foria (abitazione della Martone, interni)

109) 00.42.42 – Ospedale del Mare, Lotto Zero, Ponticelli

110) 00.45.18 – Ingresso Pausilya Therme, via Posillipo. Sullo sfondo Palazzo Donn’Anna

111) 00.45.36 – Pausilya Therme, via Posillipo (palestra e centro massaggi Parascandolo)

112) 00.56.55 – Casa di Ottavia, esterni (zona non identificata)

113) 01.03.47 – Aragona passeggia in via Toledo

114) 01.07.35 – Frate Leonardo passeggia in via San Gregorio Armeno

115) 01.09.46 – Via Posillipo 406 (abitazione della Martone, esterni)

116) 01.12.06 – Incrocio tra via Mezzocannone e piazzetta Nilo

117) 01.12.47 – Via Coroglio (abitazione Lena e Dragan)

118) 01.18.40 – Galleria Vittoria

119) 01.18.45 – Bagnoli, veduta dall’alto

120) 01.18.52 – Stradone Vigliena 23/A, San Giovanni a Teduccio (stabilimenti Intrasit, ex Cirio, nascondiglio di Dodo Cerchia.  E in lontananza si vede anche un palazzone storico che viene chiamato ‘e cient cammarelle” perchè sono 100 piccoli appartamenti. Segnalazione di Valentina Sarpone e Ciro Marigliano)

121) 01.21.01 – I Bastardi si dirigono a Nisida

122) 01.24.56 – Via Mascagni, Vomero

123) 01.26.34 – Porta San Gennaro, via Foria

LE VOSTRE SEGNALAZIONI DELLE LOCATION A NOI SFUGGITE

124) Ospedale del Mare (quinta puntata, scena del ricovero: segnalata da Carlo Porcaro, perché a volte anche i cronisti politici sono utili. Ritorna anche nella sesta puntata)

125) Palazzo Montemiletto, Corso Vittorio Emanuele: la casa di Alex (segnalazione Serena Greco).

126) Farmacia Maggiore Via Salvator Rosa 80 (puntata 2 e seguenti, segnalata da Eva Rosolino)

Entra su Identità Insorgenti quasi per caso e scopre che è il posto dove avrebbe sempre dovuto essere. Gioca nei Briganti Napoli del football americano e trasporta questa sua passione anche su Identità. Ama Napoli visceralmente ed è il posto dove vuole vivere nonostante tutto.

Articoli correlati

Beni Culturali | 20 novembre 2018

L’ANTICIPAZIONE

Tre grandi mostre in arrivo a Ercolano: si inizia da SplendOri, sui gioielli degli scavi

Beni Culturali | 19 novembre 2018

LEDA E IL CIGNO

L’ultima meraviglia di Pompei

Attualità | 16 novembre 2018

L’INCONTRO

Ravasi e Sepe si vedono in Vaticano: verso una soluzione per le Catacombe di Napoli