sabato 15 dicembre 2018
Logo Identità Insorgenti

I LUOGHI DEL CUORE

In scadenza il censimento FAI, vota e sostieni il Sud!

Ambiente, Beni Culturali | 28 Novembre 2018

I Luoghi del Cuore” è un’iniziativa, nata nel 2003 e giunta alla sua nona edizione, promossa dal FAI (Fondo Ambiente Italiano). Si tratta di un censimento, a cadenza biennale, mirato al coinvolgimento di tutta la popolazione, e consiste nella segnalazione, attraverso un voto, di luoghi a cui il votante si sente particolarmente legato.

Scopo del censimento è quello di segnalare luoghi da conservare, permettendone il recupero o la valorizzazione. A questo scopo il FAI, che ha raggiunto negli anni oltre tre milioni e mezzo di segnalazioni, fa partire delle collaborazioni con comitati ed enti territoriali per portare avanti iniziative sui luoghi segnalati. Fino ad oggi, gli interventi effettuati sono stati 92, distribuiti in diciassette regioni.

I luoghi interessati dall’iniziativa appartengono a tutte le categorie: fiumi, laghi, borghi, boschi, ma anche musei o edifici di archeologia industriale.La caratteristica fondamentale è che abbiano un valore sociale, identitario o affettivo.

Dopo ogni censimento, il FAI mette a disposizione un budget di 400.000 euro, una parte dei quali è destinata ai primi tre luoghi in classifica. L’altra parte viene assegnata, invece, attraverso un bando al quale possono partecipare tutti i luoghi che abbiano raggiunto una soglia minima di voti. Per quanto riguarda l’edizione del 2018, la soglia minima di voti da raggiungere è 2000.

Tutti possono votare, anche se stranieri o minorenni, senza limiti al numero di preferenze espresse (massimo un voto per luogo).

Napoli, la sua provincia, l’intero Sud sono ricchissimi di luoghi del cuore, ricchi di storia e di valore identitario. Proprio a Sud si trova il luogo che, al momento, risulta primo in classifica: il fiume Oreto, a Palermo.

La scadenza per presentare i voti è il 30 novembre, ed è possibile votare sul sito del censimento o sull’app FAI.

Marica Mazzella

Bacolese, classe 1989, laureata in lingue straniere e appassionata di scrittura, attivista da sempre in una terra ardente baciata dagli dei e torturata dagli uomini, collaboro con Identità Insorgenti da anni per raccontare di un sud diverso ma, soprattutto, della mia città.

Articoli correlati

Ambiente | 2 Dicembre 2018

FALSI ALLARMI

Vesuvio, nessun pericolo in atto: l’Osservatorio smentisce la stampa acchiappaclick

Ambiente | 24 Novembre 2018

GALLI SULLA MUNNEZZA

Terre dei fuochi al Nord: a Venezia gigantesco traffico illecito dei rifiuti

Ambiente | 16 Novembre 2018

FUORI DAL CORO

Roberto Fico difende i centri sociali e ribadisce il no a nuovi impianti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi